Autodeterminazione, L'Ombrellino Rosso, Personale/Politico, R-Esistenze

Diario di una CamGirl: l’incontro con Il Vecchio

Sarà stato più o meno ottobre quando ho conosciuto Il Vecchio (tutti i clienti abituali, ad ora solo uomini, hanno un soprannome).

Il Vecchio è un uomo tra i 60 e i 70 anni a capo di un’agenzia di consulenza legale e che spesso il weekend parte per fare da giudice di equitazione, fondamentalmente uno pieno di soldi. E’ uno dei miei clienti preferiti, la formula con lui è praticamente sempre la stessa: è in ufficio, mi chiama, chiacchieriamo un po’ e poi ci masturbiamo.

E’ stato tra i primi clienti a farsi vedere in webcam e la prima volta non sapevo come comportarmi, continuava a farmi complimenti su quanto fossi bella e sexy e ho dovuto fare un grandissimo sforzo per lasciar perdere il fatto che fosse così vecchio e fare lo stesso.

Mi ha colpita la sua resistenza, non avevo mai immaginato che un uomo della sua età – per capirci ha i capelli bianchissimi, le rughe, la pancia tipica da vecchi, insomma è proprio evidentemente vecchio- potesse avere delle erezioni come quelle e soprattutto durare così tanto.

Sul mio profilo c’è scritta una storiella per cui sarei figlia di una famiglia ultra cattolica, cosa non vera, e lui mi faceva tantissime battute a sfondo sessuale sul fatto che abbia delle clienti suore, il che rendeva ancora più difficile la situazione perché oltre a fingere di trovarlo sexy dovevo anche fingere di essere effettivamente figlia di cattolici, insomma è stato un ottimo allenamento per tutt* quell* che ho incontrato dopo di lui.

E’ un tipo divertente, Il Vecchio, se si passa sopra al suo modo di fare borghesissimo e si sopportano le cose strane è veramente simpatico e capace di rendere meno noioso il lavoro.

Di personaggi particolari ne ho incontrati e continuo ad incontrarne tantissimi, ma lui è uno di quelli che mi ha colpita di più.

Il nostro rapporto è durato da ottobre fino a, più o meno, dicembre, quando è sparito dalla circolazione.

Io mi sono presa un colpo, perché a modo mio mi ero affezionata a questo vecchio un po’ strano e credevo che fosse morto.

Gli ho scritto un messaggio attraverso il sito e ho scoperto che non è morto, semplicemente non entra più spesso.

A volte mi capita di incontrarlo mentre lavoro, ma molto raramente, e mi manca un po’ perché era una persona piacevole, un po’ perché mi faceva guadagnare un sacco.

Lavorando in cam mi sto pian piano abituando anche al fatto che i clienti vadano e vengano, eppure quando hai a che fare con qualcuno di così gentile e curioso come Il Vecchio è difficile accettare che semplicemente non sia più tra i miei abituali.

Ora è arrivato il momento di mettermi a lavoro, magari lo incontrerò proprio oggi, chissà!

Dolci baci
Clarissa

 

Clarissa si racconta nella rubrica de L’Ombrellino Rosso. Lei scriverà quel che vive quando e come vuole. Per seguirla ecco la categoria dove raccogliamo i suoi scritti. QUI la sua presentazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.