Annunci

Di amanti e dignità

Lei scrive:

Ciao Eretica! Ho pensato di raccontare le impressioni che ho avuto dalla mia ultima storia. Non so se è abbastanza pertinente con la pagina da essere pubblicato, in ogni caso ti ringrazio per quello che fai! Leggo ogni giorno i post e alcuni mi hanno fatto riflettere molto e vedere diverse cose sotto una nuova prospettiva. Se non ti dispiace vorrei restare anonima!

Mi è capitato, un giorno, di alzarmi e diventare l’altra. In un giorno qualunque ho rincontrato un ragazzo che conoscevo di vista, fidanzato con una ragazza che conoscevo di vista, e nel giro di poche ore questo ragazzo intelligente, sempre carino e gentile tradiva la sua ragazza intelligente, carina e gentile con me, carina e gentile ma intelligente non saprei. Come è successo, perché è successo, ancora non lo so. Io ero attratta da lui e lui da me, io non mi sono sentiva in dovere di portare lealtà a una ragazza che neanche conoscevo per “solidarietà femminile” (apparteniamo allo stesso sesso, e quindi?), lui non si è sentito in dovere di esserle fedele. Un mostro, uno stronzo, diranno tutti. L’ho pensato anche io. L’ho giudicato mentre facevo qualcosa di quasi altrettanto sbagliato. Ma io sono io e non sono cattiva, sbaglio ma non sono cattiva, nessuno pensa di essere cattivo, no? E allora lui magari è lui è non è cattivo, non sta pensando alle conseguenze ma non è cattivo, è sempre così gentile e buono, come fa a essere cattivo?
Quella che doveva essere una volta sono diventate due, tre, innumerevoli. Abbiamo passato tutte le fasi, dall’”è solo sesso” (ma per me, forse non lo era mai stato), al “ma forse mi piaci” al “ti amo e la lascerò non appena passerà questo evento importante x”. Per rientrare appieno nel cliché, ovviamente poi lui non l’ha lasciata affatto. Ed io ho passato mesi di ansia, ossessione, pianto e costante incertezza. Mi sono logorata per una persona che mi metteva al secondo posto. Sono rimasta nonostante tutto perché vedevo qualcosa, mi sembrava sempre di vedere qualcosa in lui che valesse tutte le attese, mi sembrava che lui mi volesse bene davvero, che fosse solo un essere umano insicuro di come procedere e pieno di imperfezioni, come tutti. Mi ha ferita, ha ferito lei, ma io non riuscivo (non riesco!) a vederlo come un mostro. E non riesco a vedere me stessa come un mostro.
Quando tutto è venuto fuori, le persone ne hanno parlato per settimane, e ognuno, amiche e non, si è sentito in dovere di darmi la propria opinione su quello che avevo fatto. Immaginavo già che se fosse venuto fuori, come sempre accade, a lui sarebbe andata la “gloria” di avere due ragazze insieme (almeno da parte degli altri uomini), come infatti è stato, e a me gli insulti. Mi aspettavo che mi dessero della puttana. Ma non è quello che è successo. Io sono diventata, agli occhi di molti, la vittima, la stupidina, l’illusa. Quella che si è fatta raggirare solo per il sesso, non importa che io fossi consenziente in ogni momento, che all’inizio pensassi io stessa di volere solo sesso, che fossi io a cercarlo. E tutti, tutti hanno tirato fuori questa magica parolina: la “dignità”. Tutti lì a dirmi che avevo perso questa fantomatica dignità, che non avevo avuto rispetto per me stessa, che mi ero svenduta. Ma perché? Ma che significa dignità? Significa orgoglio, significa che non avrei dovuto accettare di venire messa dopo una ragazza che, oggettivamente, era arrivata prima di me? Significa che avrei dovuto pretendere che lui, conoscendomi a malapena, mollasse tutto quello che aveva costruito, per me? E che al primo suo tentennamento sarei dovuta andarmene senza guardarmi indietro, noncurante dei miei, dei suoi sentimenti? E mi sono svenduta perché ci sono andata subito a letto? Ma io volevo farci sesso, lo volevo anche più di lui, e non potevo volere altro, nei primi tempi, conoscendolo poco; è nato poi subito un sentimento, e forse l’attrazione era così forte proprio perché a pelle sentivo che ci poteva essere altro. Io mi sono innamorata, la situazione non era facile, ho fatto quello che potevo per stare con lui. L’ho aspettato. Chi mi dice che avrei dovuto lasciar stare e trovare qualcuno che mi scegliesse subito e come “prima scelta” forse non è mai stato innamorato, non ha mai pensato “lui, lui, voglio solo lui”. O forse sono io che davvero non riesco a comprendere e fare mio questo concetto di dignità. Forse ha ragione chi dice che per comportarmi così devo avere poca autostima, perché altrimenti me ne sarei andata senza esitazione.. Però se perdere la dignità significa venire meno ai propri principi morali per il desiderio di qualcuno, se donargli il proprio corpo significa non rispettarsi e svendersi, perché a lui nessuno ha rivolto queste critiche? Perché lui è il grande manipolatore e io la bambina ingenua? Perché una ragazza che fa quello che ho fatto io dev’essere considerata o una scema o una puttana, sciocca e senza stima di sé, e l’uomo rimane la figura perfettamente consapevole, superiore, lucida? Lui di lucido non aveva niente. Io neanche. Siamo stati stupidi, irresponsabili e irrispettosi nei confronti dell’altra persona. Ma devo ancora capire perché le altre persone si sentono in diritto di dire che io, in quanto donna, non ho rispettato me stessa, mentre lui, in quanto uomo, è stato cattivo verso l’altra, ma furbo perché tutto sommato ci ha guadagnato. Se sono debole io lo è anche lui. Se è cattivo lui lo sono anche io. Una donna che va con un uomo non gli sta facendo una concessione, un regalo. Non sta togliendo qualcosa a se stessa, non è un sacrificio. Lo fa perché vuole farlo e le piace. E io sono stanca di essere ritenuta un oggettino manipolabile per aver fatto qualcosa che mi sono andata a cercare io.

Annunci

Comments

  1. Una bellissima lettera. A volte la passione trascina come fiume in piena e non si chiede i perchè. Siamo sufficientemente grandi per sapere ciò che facciamo, e tu hai fatto ciò che ritenevi più giusto per te. Le conseguenze ci sono e si pagano, ma nulla è gratis, neppure le cose più belle. Buon cammino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: