Annunci

#Stonewall: non dimenticate mai a chi dovete la vostra libertà!

da QUI (traduzione di Antonella)

“Questa e’ Marsha.
Marsha 48 anni fa indosso’ un abito da donna (quando questa cosa era contro la legge) e prese la metro verso Greenwich Village per andare a ballare (in un posto che era contro la legge), a ballare con uomini (quando anche questo era illegale). Fece festa fin dopo l’una di notte, insieme ad un gruppetto di giovani senzatetto, sex workers, lesbiche butch, pazze e altra gente non-conforme al proprio genere che voleva semplicemente ballare. Perche’ quello era lo scopo principale dello Stonewall Inn: ballare.

Quando la polizia arrivo’, cosi’ come faceva praticamente ogni mese, chi indossava un vestito da donna sarebbe stato “controllato” per vedere se i genitali corrispondevano e il tutto doveva incontrare l’approvazione dell’ufficiale in servizio. Quando questo non accadeva, c’era un furgone della polizia ad attendere fuori. Le foto delle persone fermate sarebbero finite sulle schedature per “cross-dressing”, per abbigliamento non conforme. Le famiglie di quelle persone ne sarebbero state informate. Con tutta probabilita’ avrebbero perso il lavoro.

Quando sarete la’ fuori a celebrare il Pride, in queste settimane, quando sentirete di violenze contro persone di colore, ricordatevi di Marsha. La ragione per cui ciascun@ di noi potra’ andare ad un festival, per cui possiamo amare chi ci pare e fare festa nelle nostre vite sta nel fatto che quella sera Marsha P. Johnson, una regina della strada, una afroamericana, prese un dannato bicchiere, lo scaglio’ finendo per rompere uno specchio e resistette all’arresto.

Non dimenticate mai che le nostre vite sono oggi piu’ semplici grazie al sacrificio delle nostre sorelle nere e non-gender conforming e che quelle stesse sorelle stanno ANCORA OGGI combattendo con pregiudizio e discriminazione ad un livello che la stragrande maggioranza della comunita’ gay non ha sperimentato negli ultimi venti anni. Grazie a persone come loro siamo oggi liber*, mentre persone come loro sono ancora oggetto di violenze e omicidi.

Non dimenticate mai a chi dovete la vostra liberta’. Non dimenticate che i vostri Pride erano fuorilegge. E quando saltera’ fuori la discussione sulle forze di polizia presenti al Pride, ricordatevi del volto di Marsha e chiedete a voi stess* chi ha maggior bisogno di maggiore protezione, supporto e solidarieta’. Chi ha potere oggi e chi invece sta ancora lottando per affermare i propri diritti?
Ricordatele. Ricordatevi di loro.”

Annunci

Comments

  1. Sembra tutto semplice, sembra tutto scontato. Eppure non è affatto così. La discriminazione non deve esser eper forza essere arrestati, percossi, licenziati, puniti. La discriminazione non scompare, semplicemente di trasforma, diventa astuta, subdola, nascosta. Si nasconde nelle barzellette omofobe, infarcite di stereotipi e di luoghi comuni. Si nasconde nei sorrisini, nei “mi sono anche simpatici, guarda, anzi, ne ho tanti tra gli amici, però…”
    Però niente baci in pubblico perché è una provocazione (e i baci degli etero? e poi, provocazione di o per che cosa?), niente trucco (ma tu, vecchia baldracca, ti puoi pitturare come vuoi), niente movenze “dolci”, eccetera eccetera.
    Ognuno deve avere la libertà di vivere la propria vita come gli pare e piace, se non danneggia gli altri. E avere la libertà significa anche, per esempio, non essere oggetto di sorrisini, battute, barzellette.
    Ciao

    • Giusto caro Carlo. Però mi fa un pò specie il fatto che tu giudichi baldracca una donna che si trucca, per me hanno il diritto di truccarsi sia le donne che i gay. Tutti hanno il diritto di fare quello che vogliono finché non nuocciono ad altri, anche quelle che tu chiami “baldracche” o prostitute, e pure queste ultime non devono essere offese secondo me.

Trackbacks

  1. […] Sorgente: #Stonewall: non dimenticate mai a chi dovete la vostra libertà! – Al di là del Buco […]

  2. […] di leggere questa bellissima traduzione su Marsha pubblicata da Abbatto i Muri che fa capire l’importanza di quella […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: