Annunci

#Pisa #sgombero del Mala Servanen Jin – Casa delle donne. Il silenzio non è degli innocenti!

Abbiamo seguito lo sgombero della Mala Servanen Jin – Casa delle donne che combattono avvenuto mercoledì a Pisa. A loro dedichiamo grandissima solidarietà.

Sulla loro pagina fb trovate video, foto, comunicati e altro.

QUI potete vedere un video che è importante far girare.

C’è una raccolta firme che hanno lanciato oggi in sostegno della riapertura dello spazio.

Ecco il loro comunicato:

Mercoledì 24 maggio, dopo il violento sgombero della Mala Servanen Jin da parte delle forze “dell’ordine” siamo partite in corteo verso il Comune dove abbiamo iniziato un presidio permanente durato ininterrottamente tutta la notte e fino al pomeriggio del giorno successivo, in attesa della riunione del Consiglio comunale. Insieme alle tante e ai tanti che hanno attraversato con noi lo spazio liberato di Via Garibaldi 192 siamo andate a chiedere che il governo politico della città si pronunciasse su quanto accaduto e chiarisse ordini e responsabilità.

Il presidio chiedeva che di quanto accaduto ne discutesse un Consiglio comunale aperto, così come dovrebbe essere, a tutti le cittadine e i cittadini.

L’interlocuzione con la città sarebbe atto dovuto da parte di chi amministra. Invece la prima risposta è stata la blindatura di Palazzo Gambacorti: portoni sprangati e celere, digos e vigili a protezione del “castello privato del sindaco”.

Solo grazie alla mediazione di alcuni consiglieri di minoranza una piccola delegazione ha potuto interloquire, esclusivamente con i capigruppo, per raccontare l’esperienza dei quasi tre mesi di vita della Mala Servanen Jin e le violenze perpetrate il giorno precedente dalle forze dell’ordine. E’ stato chiesto di discutere la mozione urgente che avrebbe consentito al Consiglio di esprimersi sull’accaduto.

La risposta è stata vergognosa: 14 consiglieri di maggioranza tra PD e liste satelliti hanno deciso che il Consiglio non doveva discuterne.

Pensavamo che lo sgombero di uno spazio liberato dal degrado e restituito alla fruibilità delle donne, del quartiere e della città, uno spazio di socialità, arte, dibattito, uno spazio libero dalla violenza e sicuro per le donne meritasse un momento di confronto e dibattito con la città. Nascondersi dietro il dito dell’illegalità dell’occupazione dopo aver abbandonato un edificio pubblico all’incuria e al degrado per 4 anni mostra tragicamente la scollatura tra la città reale e i suoi amministratori.

Anche l’esposizione dello striscione “Non Una di Meno” da parte dell’amministrazione comunale l’8 marzo corrisponde evidentemente a una formalità: la condanna della violenza sulle donne della mattina del 24 maggio non era più una priorità, probabilmente non lo è mai stata.

L’immobile di Via Garibaldi 192, liberato dopo 4 anni di abbandono dalla Mala Servanen Jin, è di proprietà comunale, ma il sindaco Filippeschi sostiene di non averne richiesto lo sgombero e che si tratta di un’iniziativa autonoma di Procura e Questura. Fermo restando che lo riteniamo impossibile, se così fosse vorrebbe dire che la città non è governata dalla politica. In ogni caso crediamo che il silenzio non sia degli innocenti.

Annunci

Comments

  1. Purtroppo a Pisa è la normalità. Gruppi privati occupano spazi pubblici in abbandono, si danno da fare per sistemarli e toglierli dal degrato, organizzano iniziative e poi vengono cacciati.
    Certo, sarebbe bello che prendessero in gestione l’immobile senza occuparlo, possibile in particolar modo per gruppi che hanno una lunga storia di cose ben fatte. Purtroppo non ho mai visto molta collaborazione da parte del comune.
    Però 71 millioni per il Pisamover gli anno spesi, opera a mio avviso inutile e su cui guarda caso ci sono indagini ed arresti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: