Al bullismo si risponde vivendo. Fatelo anche voi!

lei scrive:

cara eretica,

non so come spiegarti ma vorrei raccontarti quanto sia stata male. sono diventata vittima di bullismo senza rendermene conto. ho ventuno anni, non sono particolarmente bella e puoi immaginare i commenti che arrivano ancora oggi su facebook quando pubblico una mia foto. c’è sempre qualcosa che non va. non mi trovano bella, magra, “scopabile”.

un giorno, quando andavo al liceo, mi capitò di incontrare in una pizzeria un mio compagno di scuola che era abbastanza conteso tra le altre. non morivo dalla voglia di essere la sua ragazza ma quando mi invitò a passare la serata con lui pensai che fosse una persona come un’altra e che forse era sincero quando diceva di preferire la mia compagnia. la serata finì senza che accadesse nulla tra noi, salvo una intimità nata perché parlammo di noi. lui disse cose, io dissi cose. non pensavo poi di ritrovarmi dediche su facebook con insulti cattivi.

lui, in poche parole, raccontò che io ci provai e che lui per gentilezza mi fece il favore di scoparmi. disse che gli facevo pena e chiese un parere ad altri dopo aver pubblicato una mia foto per farsi dire se aveva fatto bene o male. così ho letto chi gli diceva che era stato fin troppo buono, che avrei dovuto fargli una statua, che ero una gran troia, che al posto suo mi avrebbero sputato in faccia o mi avrebbero lasciato sul bordo di una strada a farmi “inculare” da un “nero”. perché ai neri vanno gli scarti che lasciano i bianchi. quanto sessismo e quanto razzismo in poche semplici parole.

ai compagni si aggiunsero le compagne che cominciarono a ridere di me, prima solo sui social e poi anche in classe. un giorno la professoressa di storia le riprese e si giustificarono (non potevo crederci!) dicendo che ero io quella che avrebbe dovuto essere rimproverata perché ero senza dignità al punto da pregare il ragazzo a fare sesso con me. penso che tu sappia come è facile che su facebook basta che uno cominci e immediatamente una bugia diventa una verità che ti marchierà per tutta la vita.

io brutta, sovrappeso, se pur intelligente, comunque patetica, ridicola per aver cercato di ottenere sesso da uno belloccio (“fosse stata più bella avrei capito!” disse una mia compagna di classe), mi feci bocciare per non stare più in classe con loro. la cosa però continuò e mi perseguitarono fino al diploma che avvenne due anni dopo, a diciannove anni.

l’estate che mi separò dalla decisione di iscrivermi o meno all’università la passai praticamente da sola, senza uscire, riflettendo sul fatto che quelle compagne e i compagni mi avrebbero perseguitato per sempre, anche all’università, quella che sicuramente tutti, per la poca distanza dal posto in cui vivevo, avremmo frequentato. allora pensai di non avere vie d’uscita e tentai il suicidio. mi vergogno tanto di confidare questa cosa a qualcuno perché lo sanno solo i miei e ora lo sai anche tu e chi ti legge.

mi salvarono per miracolo e oltre alla paura che tutti sapessero e che avrebbero aggiunto un altro capitolo al fango che mi buttavano addosso ho subito la sfiducia dei miei. mi consideravano e ancora mi considerano malata. “una tanto intelligente… che aveva tante possibilità…” mi diceva mia madre. ultimamente è venuto fuori che mia madre per un periodo credette che quello che dicevano di me fosse vero e quando le dissi che i pettegolezzi possono distruggere una persona e che mai mi sarei aspettata da lei che la pensasse come loro mia madre per tutta risposta mi mandò da un altro psichiatra perché l’altro, il primo, secondo lei mi rendeva nemica della famiglia. invece dovevo imparare ad accettare la realtà e a non dargli altri pesi perchè ne avevano già abbastanza.

mentre leggevo un post sul tuo blog, tempo fa (e poi ti ho sempre seguita e ho sempre letto le storie delle persone che ti scrivono), mi venne una rabbia che non ti dico. mi sono sì vergognata di me stessa ma per il male che mi stavo facendo e perché continuavo a sperare di essere voluta bene, che qualcuno un giorno, forse dopo aver saputo che io mi ero ammazzata, mi avrebbe detto che si erano sbagliati, che invece mi adoravano e loro erano solo dei cretini.

ho capito che questo non sarebbe mai successo perché le persone stupide restano tali per tutta la vita. non mi aspetto più niente neanche da mia madre e nel frattempo mi sono iscritta all’università, in una città più lontana, lavoro per mantenermi e comincio ora a intravedere un futuro. non ho incontrato qualcuno che mi ami come dico io ma sono io che ho cominciato a volermi bene e come per incanto tutta la rabbia, l’amarezza, il disagio, sono passati. non tutto, è chiaro, ma sto meglio.

ti scrivo perché tante volte leggo di ragazze che stanno male come sono stata io e vorrei dire che non ne vale la pena e che per quanto io sappia che è difficile se si comincia a guardare un po’ più lontano si vede ben altro rispetto alla miseria di persone cattive e in malafede. io ci sono riuscita e sono sicura che può riuscirci ciascuna di voi.

vi abbraccio

Adele

Advertisements

Comments

  1. Una cosa che non ho mai capito del bullismo – come si fa ad accanirsi così contro qualcuno che di fatto quasi non si conosce o frequenta?

    Per quanto mi riguarda, possono provare ostilità e odio profondi per chi conosco bene e mi ha fatto un torto grave; ma la compagna di classe con cui non si parla mai… perché?

  2. Grazie Adele.

  3. Tanta stima per te Adele, ma proprio tanta e alla faccia di tutti i quaquaraquà – perché quello sono – che ti sei trovata intorno, famiglia compresa.

Trackbacks

  1. […] Sorgente: Al bullismo si risponde vivendo. Fatelo anche voi! | Al di là del Buco […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: