Annunci

Dicono di Eretica (di tutto e di più): parlando di sex working e attacchi personali

La domenica dovrebbe essere un momento di relax. Per me lo è stato. Per altre invece. Per l’appunto mi avvisano che sulla bacheca (pubblica) di una abolizionista si svolge un siparietto che si ripete da anni (su varie bacheche facebook), ai miei danni, con attacchi personali, giacché gli argomenti evidentemente scarseggiano.

Punto cruciale sarebbe il mio supporto alle lotte dei/delle sex workers le quali hanno precise rivendicazioni da fare, sono soggetti politici e si autorappresentano, e spesso io ho dato loro voce dato che le abolizioniste le scansano come la peste e tutto quel che si muove oltre la loro opinione è il Male: quel che scrivono è che tutte le sex workers sono vittime ed è cattiv@ chi afferma il contrario, ovvero che ci sia chi ridefinisce il concetto stesso di prostituzione, proprio per togliere di mezzo lo stigma colpevolizzante che lo accompagna, e ha scelto il termine sex work, lavoro sessuale, per assumere nuova dignità sociale, politica, individuale, collettiva. Le loro rivendicazioni sono state ritenute legittime da Amnesty che ha “osato”, con coro di infamie da parte delle abolizioniste, ascoltare, tra le altre persone, moltissime, che si occupano di sex working, di tratta, di violenza di genere legata alla professione, di contagio di malattie sessualmente trasmissibili dovuto alla clandestinità alla quale sono costrett* proprio per via del fatto che in molti paesi la prostituzione è un reato, anche i sindacati delle sexworkers e ha infine deciso di schierarsi a favore della depenalizzazione, ovvero della cancellazione di un reato che altrimenti porterebbe le sex workers in galera. Di fatto le sex workers sono perseguitate anche dove la prostituzione, fuorché quella minorile e per le vittime di tratta, non è illegale. I sindaci emanano ordinanze pro/decoro per multarle con cifre enormi, e quando si tratta di migranti, alla faccia di chi dice che se denunciano gli sfruttatori dovrebbero essere trattate bene, queste donne vengono in genere chiuse nei Cie e poi espulse.

La legge italiana, inoltre, penalizza le sex workers perché indica nel reato di favoreggiamento anche la scelta di due colleghe di lavorare insieme, per la propria sicurezza, per non restare sole. Le penalizza anche intimando agli affittuari di non concedere l’uso di case altrimenti saranno considerati sfruttatori. Devono dunque restare per strada, marginalizzate, consegnate agli sfruttatori. E le penalizza perché lo Stato italiano fa loro pagare le tasse ma non riconosce alcun diritto. Questo è in sintesi quello di cui qui discutiamo dando voce a tante donne che si raccontano anonimamente o a quelle che fanno capo al Comitato per la difesa dei diritti civili delle prostitute. Il Comitato in questione, secondo le abolizioniste, non esiste o non andrebbe preso in considerazione, perché le donne che non dichiarano di essere “vittime”, in una semplificazione idiota, sono considerate nemiche delle abolizioniste le quali non fanno altro che insultarle dando loro delle pappone, immaginando complotti orribili ai danni di donne schiave compiuti anche dalla qui presente Eretica, per le ragioni politiche che vi ho esposto.

Dunque eccoci in una delle tante “conversazioni” tra bulle che da anni non fanno altro che inibire il confronto sereno tra femminismi al punto da imporre una posizione estremista e fanatica per cui se non sei d’accordo con loro allora sei o una nemica delle donne, o ti tolgono il patentino femminista, dall’alto della loro autorità in materia, o ti dicono che sei una pappona, che sei venduta, supportata dalla maschilisti Spa e da Soros, o che sei un maschio (dimentico niente?).

Sarebbe utile discutere delle differenze con un minimo di onestà intellettuale ma quando ti diffamano pubblicamente dandoti della venduta e della pappona di più non si può fare a parte mostrarvi questi deliri tentando di analizzarli politicamente, astraendo dall’attacco personale di per se’, un minimo di ragionamento politico che possa essere utile a noi – noi maschie, o, per meglio dire, femministe sex positive – a futura memoria.

Ovviamente incontrerete spesso notizie in cui mi si immagina in pose inquietanti e perfino in posizione da sodomizzata volontaria di maschilisti. Dovessi mostrare il contenuto di alcune discussioni sul mio conto servirebbe una enciclopedia della disonestà intellettuale e della volgarità disgustosa usata.

Si inizia. La tal signora dice che io sarei autrice di una legge. Non sono una parlamentare, dunque non colgo la questione al di là di un mero pretesto per cinque minuti di gloria attribuendomi di tutto e di più. Per chiarezza la tal legge di cui parla questa donna è inventata, io non ho presentato leggi di alcun tipo. Quindi quello che ha scritto è falso. Ancora per chiarezza: supporto le proposte del Comitato per la difesa dei Diritti Civili delle persone prostitute. Sul loro sito potrete conoscerle appieno.

diffabolizionista2

diffabolizionista4

Delirio abolizionista con chiamata alle armi di bulle abolizioniste che ne approfittano per sfogare turpiloquio e infamie su ipotesi complottiste collezionate in anni di visibile frustrazione, da quel che vedo.

Definire me in linea con la Curia o membri dello Stato, quando in realtà la prostituzione in Italia è oggi di Stato, con uno Stato pappone che, per l’appunto, esige il pagamento delle tasse senza riconoscere diritti, è un delirio. Dire poi che io sarei “leaderessa spirituale” di Non Una di Meno, ovvero di un movimento internazionale diffuso in 40 paesi, è un delirio anche maggiore. Io supporto il movimento per la forza che esprime e pur non essendo d’accordo con tutto tento di dare il mio contributo alla causa, come ho sempre fatto.

Ed ecco la sfilza di commenti successivi. Divertitevi.

diffabolizionista5

Decidetevi: o sono a capo di, o sono quella che si insinua, “infiltrata”, per conto di, per far prevalere una posizione. Da quel che so questo è un metodo di altri femminismi, non del mio. Che mi si addebiti lo stralcio del punto sulla tratta (ma dove l’hanno letto?) per mia responsabilità, io tra 2000 donne che si incontrano in Italia, direi che si commenta da se’. Oltretutto io ero al tavolo sul sessismo nei movimenti e non a quello sul lavoro in cui si discuteva anche di sex work.

Proseguono.

diffabolizionista6

Conobbi? Anche allora eravamo un discreto numero di donne provenienti da tutta l’Italia e anche allora la pensavo esattamente allo stesso modo rispetto al sex working. Nel 2008 ero a Bologna a marciare in corteo con le sex workers e le compagne del Sexy Shock a tenere lo striscione rosso con su scritto “ci riguarda tutte”. Sul tema non ho mai cambiato idea. Semmai ho approfondito per responsabilità e sorellanza femminista.

ci-riguarda-tutte

Ancora.

diffabolizionista7

Io non so esattamente chi sia Savage. Forse questo? Dunque mi sarei venduta nientemeno che a Soros? E perché non alla federazione intergalattica dei maschipenedotati, se pur in sembianze aliene? Vogliamo ampliare i miei presunti legami con i cattivi, delegittimando e demonizzando la mia immagine pubblica e anche privata, all’universo intero? Suvvia, potete fare di più.

Inoltre: di “violenza di genere” parla la convenzione di istanbul, e se sfugge il senso del concetto stesso di violenza di genere, quella cioè che ragiona sulle imposizioni di genere a tutto tondo, violenza machista ed etero/patriarcale che si riflette su chiunque, di certo non è mia responsabilità. Oltretutto, per questione di onestà: Non Una di Meno nazionale parla di violenza maschile. Un concetto che non condivido, come ho spiegato politicamente su questo blog, ma che non è per me comunque un impedimento a partecipare a lotte che, al di là della definizione, mi riguardano. Perché tra femminismi ci si parla, ecco. Non ci si insulta e non si dichiara asimmetria malevola con complottismi di vario genere. In quanto alla Pas: la mia posizione è nota. Non è una malattia. Tuttavia i problemi nelle coppie separate restano tutti. Dunque?

diffabolizionista8

Fas in realtà non chiuse ma continuò fino al 2012, data ultima del femblogcamp, dopodiché ciascuno si avviò, non per nostra responsabilità, ma per le pressioni di chi esigeva di dettarci il verbo femminista volendo imporre che tutt* avessimo una posizione fanatica che ha trovato perenne espressione in alcuni spazi web, pur restando in contatto, stimandoci e volendoci bene, verso altre esperienze. Nacque Intersezioni e nacque Abbatto i Muri. E per inciso: Fikasicula era un nick collettivo con il quale ci firmavamo tutt*. Resta ancora nell’account twitter perché fa parte di una meravigliosa esperienza collettiva che rivendico e che non rinnegherò mai.

diffabolizionista9

Dunque ci sarebbero maschi che si spacciano per me? 😀

Evvai con i complottismi. Per l’appunto: perché se non sei d’accordo con loro sei maschio. Circa la mia eventuale appropriazione di “Maschile Plurale” lascio che il mondo complottista riferisca di altre mie eventuali appropriazioni perché tutto quel che vedete sul web in realtà è mio. Ancora: assumere una posizione politica contro i processi sommari e le gogne, che piacciono tanto a chi dà del fascist@ ad altr*, non c’entra nulla con le cazzate immaginate da chi sembra non dormirci la notte. E se conosceste il gruppo di lavoro di Abbatto i Muri temo dovreste rivedere quanto meno la media di età e anche l’eterogeneità dei generi. Più giù qualcun@ inventa però che dietro di me ci sarebbe un fantomatico gruppo transgender queer. Bisogna che vi decidiate e poi non sapevo che “transgender queer” fosse un correntone legato ai maschilisti. O meglio: so che così la pensa un certo gruppo di femministe definite Terf, trans escludenti, ovvero quelle che immaginano che le trans siano maschi infiltrati mandati dal patriarcato e i trans invece sarebbero donne che vogliono abbracciare il privilegio maschile.

Per dire, dalla stessa fonte, quel che pensa sulle persone transgender:

16997914_790294354457788_3784215386052450104_n

Continuano.

diffabolizionista10

Ecco che infine si quaglia: tutte le vostre testimonianze, i “Cara Eretica” sarebbero un’invenzione. E mi spiace che l’insulto tocchi voi tutt* la cui esperienza viene così banalizzata. Siamo sul “venduta” che continua con il “ha bisogno di quattrini”. E chi non ne ha? Sono precaria, e dunque? Ma ci siamo: siete tutt* vittime di un incantesimo. Io vi ho fatto il malocchio. 😀

12289696_912198518847309_2256474790428321502_n

15220103_1151253604941798_4980684526555286728_n

diffabolizionista12

Che Non Una Di Meno sia supporter del Pd è cosa per me nuovissima (ha messo la Fedeli all’istruzione? :O). Se lo fosse io avrei detto ciao a tutta la bella banda di combattenti che voi disconoscete solo perché tra i punti in discussione non ha scritto che il sex working è il male assoluto (chi è dunque che ha tentato di inserire quale punto?). Così come non ha detto che la Gpa è il male o che lo è il velo o il porno e via di questo passo. Esistono femminismi, al plurale. Rassegnatevi.

Ed ecco che appare il potere “transgender queer”. E la maniera in cui se ne parla è tipica di un Adinolfi qualunque. Attent* al Giiiienderrrrr e alle “scie chimiche frocizzanti” 😀

diffabolizionista13

No. Whitebread è scritto con la A.

Emma, lei ha letto e riporta male.

16864285_1798980543759291_357118146693886545_n

E mentre si divertono a insultarmi ricorderei che questo metodo è da Bull*. Anni fa ci stavo talmente male che il mio stato di salute né risentì parecchio. Poi, purtroppo o per fortuna, le mie priorità sono diventate altre. La mia salute psicofisica prima di tutto. Perché quello che questa gente scrive ferisce. Eccome se ferisce.

diffabolizionista17

diffabolizionista18

E chi ci sarà mai dietro Eretica e Abbatto I Muri? La maschilisti Spa che, nel caso vorreste inviare curriculum, ha ancora alcune posizioni aperte. 😀 (ovviamente sono tanto ricca da poter acquistare il mondo intero… quant’è brutta la convinzione :D)

15037338_1137394969660995_7697226965502633648_n

Chi interviene in mia difesa analizzando le particolari differenze tra femminismi ovviamente è assieme a me coinvolt@ nel mio presunto progetto imprenditoriale. Tra le infamie su descritte c’è quella che vorrebbe un mio prossimo progetto di pappona. Poi dicono che con le abolizioniste si può parlare e ci si può confrontare. Se questi sono gli argomenti…

diffabolizionista22

Ecco che approfondiscono. E’ il profumo dei soldi che mi spingerebbe a supportare le sex workers. Apro una parentesi: la prostituzione in Italia è legale. Se diventasse illegale le prostitute riempirebbero le patrie galere. Più di quel che accade ora. Scusatemi se non voglio che le sex workers siano penalizzate per il mestiere che fanno.

diffabolizionista24

“Tromba della legalizzazione della prostituzione” secondo voi è un concetto politico? E ancora ripropongono il fatto che ci sarebbe una mia legge (:D) e che la manifestazione, ovvero lo sciopero globale dell’otto marzo, lanciato in america latina, con 40 paesi aderenti, cambierebbe le parole d’ordine per il grande potere che io esercito su tutt* loro. Sono così potente e non lo sapevo.

diffabolizionista25

diffabolizionista29

Ella non conosce il senso del privilegio bianco. Forse potrebbe leggere questo.

diffabolizionista30

diffabolizionista35

Infine la suddetta commenta usando termini sessisti, al pari di quella battuta berlusconiana contro la prima ministra tedesca. Se questo è femminismo.

E così termino questa lunga analisi.

Per chi avesse voglia di leggere di più sul sex working potete iniziare da qui e dai link che seguono al post.

Per chi volesse distinguere tra femminismi e fantascienza potrebbe essere interessante leggere il mio nuovo libro: Limbo, L’industria del Salvataggio. QUI trovate un estratto.

Buona serata a tutt* e grazie a chi solidarizza con me. :* ❤

Ps: ovviamente non poteva mancare il commento della tal femminista che immagina di poter impedirmi di attraversare il mondo intero solo perché non la penso come lei. 😀

16996332_10155115076514525_8911870746930539761_n

Annunci

Comments

  1. Ma queste stanno fuori come culi…
    E’ la disperazione di vederesi surclassate dalla terza onda. Non possono arrestare l’avanzata dei nuovi femminismi, e allora si inventano qualsiasi tipo di complotto pur di trovare un capro espiatorio. Lasciale blaterare, si stanno scavando la fossa da sole con i loro deliri ridicoli. Solo fra di loro possono prendersi sul serio, e ormai sono rimaste davvero in poche…

  2. “Ferme alla critica marxiana dello sfruttamento”
    Ok. Se il marxismo è bigottismo da superare dove posso leggere la loro critica dell’economia, che surclasserebbe quindi Il Capitale in analisi e precisione?

  3. Credo sia sintomatico che tutte queste persone si siano lanciate appresso alla prima senza che qualcuno abbia anche solo speso 3 minuti a googlare e cercare altre informazioni, poi ci hanno passato su un intero pomeriggio e hanno concluso con insulti e complotti fantasiosi.
    Mi dispiace ti abbiano rotto le scatole, con tutto quello che fai 😐

  4. Non vorrei passare per uno della maschi spa e dar involontariamente man forte alle chiacchiere senza senso di queste donne però, credo che se ognuna di loro, avesse in testa solo un centesimo delle capacità di Eretika il mondo sarebbe un pò migliore. Per quanto mi riguarda trovo questa donna una delle migliori menti pensanti in circolazione con cui raramente mi trovo in disaccordo quindi oltre la mia solidarietà aggiungo una rinnovata stima e assoluta ammirazione!

  5. Che dire?

    Si può solo sperare che almeno qualche frequentatore di FB colga l’occasione per verificare di persona se Eretica sia davvero il bau-bau di cui parlano questi commentatori 😛

  6. Ciao Eretica,
    Il Savage di cui (stra)parlano penso sia quello delle rubrica di internazionale: http://www.internazionale.it/savagelove.
    G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: