Girasoli del Nicaragua: le sex workers rivendicano i propri diritti

1486181658_177137_1486183648_noticia_normal_recorte1

Link con testo in lingua originale QUI.

Traduzione di Paolo Bello

GIRASOLI DEL NICARAGUA

Yessenia Alston a 37 anni era di fronte al grande schermo per la prima volta nella sua vita lo scorso 25 Gennaio, per vedere il film dove una delle protagoniste è lei. Lei e tre delle sue compagne.
Tutte lavoratrici del sesso.

“Credo che tutti si aspettassero un film porno, invece questa è l’altra faccia della medaglia”. Girasoli del Nicaragua, una produzione nicaraguense della regista francese Florence Jaugey, racconta la storia di 18 lavoratrici del sesso che dal 2015 sono state nominate “arbitri giudiziari”.
La Suprema Corte (CSJ) ha concesso loro l’autorità di mediare i conflitti minori avanti gli organi governativi e di polizia. “Questa è una cosa senza precedenti al mondo”, dice Florance Jaugey

Quattro mesi di lavoro e 80 ore di registrazione sono diventati un film che racconta l’altra storia delle prostitute del Nicaragua.
Non è la storia di chi si nasconde o si vergogna del suo lavoro. Girasoli del Nicaragua è una storia di donne che difendono ciò che fanno e chiedono rispetto. “Siamo considerate le persone peggiori. Abbiamo voluto mostrare al mondo che non rappresentiamo l’immagine che hanno di noi. Siamo donne capaci di difendere i nostri diritti, e stiamo anche contribuendo alla giustizia nel nostro paese. Raccontiamo la nostra storia ” dice Maria Elena Davila, 53 anni, un’altra delle protagoniste del film.

Gli arbitri giudiziari, secondo il sito web della Corte Suprema, sono un ponte di comunicazione tra gli operatori della giustizia e la comunità.
“Si tratta di un servizio volontario basato su leadership e spirito di comunità che facilita l’accesso alla giustizia”, dice il portale.
In un primo periodo hanno preso in carico casi legati al loro lavoro: abusi su lavoratori del sesso, prostitute che si sono viste portare via i figli o casi di discriminazione, ma ora, come racconta il film, collaborano con la giustizia in altre controversie.
Da Aprile 2015 ad Aprile 2016 hanno trattato 412 casi, solo 102 riguardavano lavoratori del sesso.

Nel film non c’è finzione, si racconta la loro vita. Durante le riprese non c’era copione. “E’ bastato seguire la loro vita quotidiana”, dice la regista. Anche se, ha riconosciuto, una macchina da presa modifica sempre la realtà.

Florence Jaugey vive in Nicaragua da oltre 25 anni,è nota per aver diretto Cinema Alcázar (1998), La Yuma (2010) e La Pantalla Desnuda (2014) . Girare questo film, riconosce, è stato diverso.
“E’ un documentario al quale sono molto affezionata. C’era un sacco di complicità. Ho imparato tanto sulla solidarietà, la volontà, il miglioramento si sé”.

Come spesso accade con le produzioni nazionali in America Latina, Girasoli del Nicaragua non poteva competere con i film di Hollywood che riempiono i teatri e stanno settimane nelle sale. Questo documentario è stato solo sette giorni in uno dei cinema più importanti del paese, ora è in proiezione nella sede di Alliance Francaise a Managua. Florence Jaugey assicura che il film sarà nel circuito internazionale dei Festival per poter essere distribuito in altri paesi. Poi arriverà online.

Il 25 Gennaio, mentre andava al cinema, Yessenia Alston era nervosa. Non sapeva cosa gli spettatori avrebbero detto di lei. Poi durante il film, vedendosi sul grande schermo, si è divertita molto e non riusciva a smettere di ridere. Alla fine del film è partito l’applauso, e in quel momento ha capito che erano riuscite a fare un altro passo nella loro lotta.
“Siamo diventate più consapevoli, abbiamo fatto sì che molte persone ci guardino con rispetto, senza stigma, per accettarci come siamo, persone libere”, ha detto, ed è sicura che questa produzione sarà una spinta per raggiungere uno dei principali obiettivi delle prostitute in Nicaragua: la regolamentazione del lavoro sessuale.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: