La tifoseria di #Trump contro la #WomensMarch: stessa merda, secolo differente!

hhh

L’elezione di Trump, come sapete, ha suscitato un sollevamento di massa da parte di tutte quelle persone lese dalle sue parole, dal suo programma politico, dai suoi intenti. Misogino, razzista, fascista, omofobo, è riuscito in un colpo solo a ottenere quello che difficilmente vedi nelle piazze: milioni di persone unite intersezionalmente a marciare per i diritti di tutte le donne. Ma il senso ampio della manifestazione è stato approfondito anche da chi ha invitato a marciare in quanto femminista e non in quanto donna, e da chi, dallo spezzone trans, ha ampliato il senso stesso della definizione di donna suscitando il non piacevole mugugno delle femministe radicali trans escludenti (Terf).

sessista2

La risposta ad una marcia, realizzata in molte città statunitensi ed europee, in cui si rivendicavano precisi punti all’ordine del giorno, non è stata granché originale. Chi ha visto sfilare le donne con il velo ha affermato, paternalisticamente, che non sarebbe quello il modello di donna “libera” da portare in piazza, come se quelle donne non fossero in grado di portarsi da sole. Chi ha visto Star del mondo della musica raccontare la propria posizione antisessista ha subito lo slut shaming di una massa di misogin* che hanno semplicemente stabilito, per se’, che una donna che mostra il proprio corpo per mestiere, sul palcoscenico, o comunque sia, è solo una zoccola e non dovrebbe/potrebbe parlare di diritti delle donne.

djytf

Ed ecco i meme contro Madonna e contro Miley Cyrus, ma anche contro le Muslims o contro chiunque contraddica il senso di presunta libertà delle donne, dal punto di vista di sessisti, razzisti e fascisti, moralist* e dalla parte di Trump, circolare per i social come unico sfogo dei due minuti d’odio di tante persone che rosicano per i milioni di soggetti scesi in piazza. A questo coro orrendo si uniscono presunti compagni che non volevano l’elezione della Clinton. Ebbene, non piace neppure a me ma non per questo subisco la sospensione del giudizio di chi preme affinché il mondo sia definito bianco o nero. Solito rossobrunismo da tastiera che non mi tange più di tanto.

16238005_1710767489253903_556499512_n

Dunque il punto è: se volevate dimostrare che l’elettorato di Trump, con la tifoseria italica al seguito, non sarebbe poi tanto misogina e sessista direi che non ci siete riusciti. Idem per chi voleva dire che non è razzista. Com’era la storia della democrazia che vale solo quando all’opposizione sta a destra? Ebbene, l’opposizione sta anche da altre parti e il giudizio politico contro Trump è legittimo. Quel che non è legittimo è dare della zoccola a personaggi famosi perché donne e perché non in linea con il codice morale dei fascisti. Ma di questo abbiamo parlato molte volte.

Ps: Poi non dite che il problema sono i Musulmani.

ghfj

gg

c2uszzwxuaqbgdc-jpg-large

In definitiva il fatto è che si tratta della:

16265770_10210557579288656_2041298868849293813_n

Advertisements

Trackbacks

  1. pepp8 ha detto:

    […] via La tifoseria di #Trump contro la #WomensMarch: stessa merda, secolo differente! — Al di là del Bu… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: