Avessi un figlio gli insegnerei a essere chi vuole e non a essere “più uomo”

 

Lui scrive:

Cara Eretica, ho letto il post che hai scritto sulla pagina “Gli uomini sono le nuove donne” e volevo ringraziarti per aver detto benissimo tutto quello che avrei voluto dire io. Io sono uno di quegli uomini che non paga la cena, non apro la portiera dell’auto, non  ho neppure la patente a dire la verità perché vado in giro in bicicletta e con la bici vado anche al lavoro. Non mi sento meno uomo per questo e per fortuna non ho incontrato donne che mi rimproverassero di essere poco uomo perché non somiglio a john wayne.

Ci sono giorni in cui mi depilo le sopracciglia, faccio la barba e mi depilo anche il petto e la schiena. Nessuno me l’ha chiesto ma mi piace essere liscio e no, non sono gay. Non che io mi offenda a sentirmelo dire, perché essere gay non è un difetto e non lo è neppure il fatto di fare cose che prima erano ritenute “da donna”, perché le donne non sono l’ultimo gradino della scala sessista occupata da un uomo che ha perduto la strada.

Non mangio molto, anzi seguo una dieta a base di molta verdura e frutta e non mangio carne, cosa che ovviamente mi distingue dagli uomini delle caverne che cacciavano selvaggina per mangiarla. Fossi un uomo con la clava forse la mangerei anch’io ma non lo sono e un po’ tutt* dovremmo renderci conto che il passato è passato e oggi abbiamo qualche scelta in più. Mi piace fare il bagno e spalmarmi di crema profumata. A volte è la mia compagna che mi massaggia con la crema e questo per noi diventa un gioco erotico che ci piace tanto.

Cucino, so avviare una lavatrice, rifaccio il letto, faccio le pulizie, pulisco il bagno e se avessi un figlio me ne prenderei cura perché non sono ruoli da donna ma sono cose che vanno fatte e basta. Quando io e lei non vivevamo insieme vivevo ancora con mia madre, perché da solo non potevo permettermi un affitto, ed è questa la dura realtà che riguarda tanti uomini che dovrebbero preoccuparsi meno a quanto siano somiglianti ai “veri uomini” e più a ribellarsi contro un sistema che ci rende tutti precari, uomini e donne.

Spesso erano le ragazze che venivano a prendermi in macchina per uscire la sera e io non sono mai intervenuto quando ho assistito a una molestia per dovere di maschio, perché si sapevano difendere benissimo da sole. Non mi piacciono le risse e se qualcuno mi provoca preferisco passare per vigliacco che rovinarmi la serata finendo all’ospedale. Non mi sono mai sentito deriso o umiliato da donne che nel sesso pensavano dovessi avere io l’iniziativa perché ho avuto la fortuna di incontrare donne più intelligenti di così. Invece mi sono sentito umiliato a scuola perché non ero un ragazzo che insultava le femmine, non toccavo il culo, non mi vantavo delle conquiste e non prendevo nessuno a botte. Mi hanno chiamato in ogni modo possibile e oggi non posso neppure avercela con loro perché so che quello che facevano veniva da quello che gli avevano insegnato.

Pensando a questo, mentre le amiche mi mostravano le vignette di quella pagina facebook, mi sentivo frustrato, volevo andare a dirgli che a causa di quella cultura uno come me potrebbe essere deriso, mortificato, non solo dagli uomini ma anche dalle donne che così impareranno che se non sai piantare un chiodo sei meno maschio. Io non vivo nell’epoca in cui un uomo deve proteggere persone deboli, perché non vedo nelle donne la debolezza di cui si parla. Sono orgoglioso di pensare alle donne come individui autonomi e forti. Non mi sento perso sapendo che possono fare a meno di me.

Un tempo forse quelli come me sarebbero stato gettati da una rupe e pochi anni fa, quando c’era la leva obbligatoria, sarebbero stati arrestati perché io e molti altri non vogliamo fare la guerra, non ci piace la caccia, non ci piace sparare e non ci piace fare i soldati. A me non piace fare nessuna di queste cose. Siamo nel 2016 e mi spiace per i ragazzini che crescono oggi leggendo su facebook che se non fanno certe cose saranno meno uomini. Se avrò un figlio vorrò proteggerlo da questo. Lui deve poter essere quello che vuole e lo sarà anche grazie a persone come te. Grazie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: