Annunci

Ai desideri non si comanda

gloriamarlow59

Ero lì ad esplorare il tuo corpo e all’improvviso mi sono persa. Sarò poi così libera di gestire la mia sessualità, i miei desideri, il mio corpo? Se per esempio oggi volessi diventare quella che ti scopa, con uno strumento aguzzo, ma ben lubrificato, ci sarebbe di mezzo il tuo consenso, perché è così che si fa. Ma quando istigo il tuo desiderio e tu prendi il controllo sento addosso tutto il peso di una cultura della minchia che mi fa danno dove mi giro e giro.

Se la prendo nell’ano qualcuno potrà dirmi che è troppo da sfrontate, sfacciate, un po’ troie. Se mi metto in posa da cagna cavalcabile, senza che il termine assurga a significati sessisti, sono io, una cagna sciolta, e faccio quello che mi pare, allora dovrò affrontare una qualunque Lei che dirà che certe cose sono fuori luogo nell’ammore. Quel che è dentro il luogo però non me lo dicono mai.

Mi trovo a sezionare la mia capacità di prevedere le sue mosse, per rendermi partecipe, predispormi all’affondo o al risucchio con ingoio. Sono cose che certune dicono troppo vastase. Mi pare di sentire mia nonna, quando parlava del sesso come di una cosa schifosa, una violenza perenne, da subire, per ottemperare, proprio così, ottemperare, all’incarico di mugliera ricevuto.

Ma a me piace leccarglielo, farmi venire in faccia, assaporarlo fino a fargli dire basta, perché sono io che domino, contrariamente a quel che dicono. Amico paternalista, non preoccuparti, non lascio che qualcuno mi violenti. Amica femminista, non ci scassare le ovaie, perché hai superato da tempo la soglia di interesse possibile da rivolgere ad un’altra donna. Quel che faccio io con il mio corpo non ti riguarda.

E se per te quella tal pratica è umiliante non vuol dire che lo sia per me. Siamo diverse e tu devi convincertene senza spararmi stronzate come quella in cui dicevi che se mi piacciono certe cose sarebbe per introiettamento del maschile. L’unica forma di “introiettamento” che conosco è tramite un pompino fatto bene, e per il resto il mio desiderio è autonomo, e il sesso, d’altro canto, deve piacere a me e non a pinco pallo o a tizia sempronia.

Dicevo di un mio sogno che parla di scoparmi lui, il suo ano, lo voglio mio, in qualche modo, e ne parliamo per ore, mi dice che la cultura lo ha inibito e che capisce quanto sia eccitante per me, perché lo è per lui quando lo fa a me, ma se non gli piace dovrò fermarmi. Lo guardo e penso che c’è il timore che gli piaccia, perché se gli piacerà allora lui avrà paura di essere gay. Cultura omofoba del cazzo, letteralmente, dove ci si nega momenti di piacere perché tutto deve essere coerente con eterolandia, macho, omofobia, e così via.

Proviamo una prima volta e lasciamo perdere quasi subito. Gli fa male, non è abituato, io quasi mi rassegno. Poi, all’improvviso mi dice che vuole riprovare. Lo faccio, con calma, seguendo i suoi tempi, ed una sensazione incredibile quella di sentirmi dentro di lui, seppure con un dildo artificiale. Gli fa un po’ male, poi lo vuole, trema, è sorpreso per quanto gli piaccia, perché c’è una zona erogena là sotto, ed è una zona che i gay conoscono bene. Mi dice che in un colpo solo ha sconfitto mille pregiudizi, io gli ho fatto bene, e allora torna ad essere l’uomo di sempre e questa volta mi lascio fare quel che vuole perché mi sento parte attiva di qualcosa. Mi chiedo cosa penserebbe il suo amico o la mia amica, di tutto quello che abbiamo fatto.

Lo dico subito: farlo non vuol dire essere evoluti, perché non c’è una superiorità quando si parla di desideri. C’è comunicazione tra le parti in causa e a me e a lui è piaciuto. Perchè negarcelo e non dirlo? La conclusione è ovvia: non l’abbiamo mai detto a nessuno. Mai prima di oggi, con questa mail che vuole essere confessione e liberazione. Noi siamo liberi e chiunque voglia dirci cosa fare non otterrà proprio nulla. Nulla di nulla.

Mariella

ps: questa è una storia vera. grazie a chi l’ha scritta.

Annunci

Comments

  1. Bellissimo spogliarsi dei preconcetti della cultura. Splendido pezzo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: