Annunci

Io come Tiziana, eppure non l’ho difesa

Lei scrive:

Io sono Tiziana.
Ho perso la verginità a 14 anni e non mi ricordi né il nome né il viso del ragazzo con cui l’ho perduta.
Anche io ho fatto video, video spinti, in alcuni ero semplicemente in reggiseno e perizoma, in altri nuda.

Quando ero adolescente (ora di anni ne ho 24), non c’era fine settimana in cui non ero ubriaca o con qualcuno, sempre diverso. Fidanzata o no non faceva alcuna differenza. Mi piaceva il sesso, mi piace il sesso. Qual é il problema?
Di anni ne avevo sedici quando incontrai un ragazzo, mai visto prima, conosciuto tramite chat. Sempre a quell’età, tramite msn, inviavo foto delle mie parti intime a sconosciuti. Ero furba, però. Eccome se ero furba. Foto della mia vagina e delle mie tette si, del mio viso no… Mai.

Di anni ne avevo diciotto quando, ad un festino a casa mia a base di alcol e droga, partecipai ad un’orgia.
Di anni ne avevo 22 quando, complice l’alcol e la poca lucidità, mi ritrovai in bagno, chiuso a chiave, con un ragazzo figo e pronto per far sesso… Ma cambia idea. Sí può, mi sembra. Lui aveva già i pantaloni calati e il pene di fuori quando io dissi “no, non mi va più!”. Avrebbe potuto stuprarmi, nessuno ci avrebbe sentiti o visti, ma non lo fece. Mi guardó e disse “non c’è problema! Andiamo!”.

Si rimise il pene dentro i pantaloni e aprí la porta. Probabilmente, molti avrebbero preferito che mi avesse stuprato, no? Per questa società del cazzo, la violenza sessuale, alla fine, sarebbe stata la giusta punizione per una cagna, per la sottoscritta che si era chiusa in bagno ubriaca con uno sconosciuto, vero? Ma ahimé per voi, gli uomini intelligenti esistono ancora. E sono tanti.
Sono andata a letto con uomini fidanzati. Ho tradito molte volte. Ho fatto le peggio cose e, attualmente, sono single, libera e continuo a far sesso con chi voglio e quanto voglio. Ho deciso di rimanere single perché la monogamia non fa per me.

Chi siete voi per giudicarmi? Mi dite che sono una zoccola… E allora? Pensate che io non mi rispetti? No, car*, no. Io mi rispetto, fin troppo. Mi rispetto ogni volta che, prima di far sesso, chiedo e pretendo il preservativo, mandando a quel paese gli uomini del “non godo se lo uso”, ad esempio. Ma, in particolar modo, mi rispetto perché non mento a me stessa, non mi nascondo, non mi vergogno di quello che ero e di quello che sono e del fatto che ami il sesso e il pene. Faccio quello che mi piace.

Se mi fidanzassi e costringessi me stessa ad una vita piatta e monogama, solo perché cosí la società vuole, allora li si che non mi rispetterei. Se mi sposassi e figliassi solo per accontentare voi, allora li si che non mi rispetterei.

Studio, leggo, viaggio e mi reputo abbastanza acculturata in quanto amante della conoscenza e del sapere. Quando fai la puttana utilizzando anche la testa e non solo la vagina, ti odiano ancora di più. Quando non ti pieghi al maschio alfa e pratichi una fellatio o fai sesso solo quando vuoi te, e non quando te lo chiedono loro, sei ancora più odiata.

Io mi amo, io sono Tiziana. Sapete qual è l’unica cosa che differenzia me e lei? La fortuna. Io sono stata fortunata, sempre. Ho sempre avuto a che fare con le persone giuste. Lei era ed é circondata dalle persone sbagliate, delle merde umane.

C’é chi dice che quelle come lei, quelle come noi, devono fare quella fine. Appese con un foulard attorno al collo. Ebbene, no. Noi non ci arrendiamo. Tiziana, purtroppo e per colpa vostra, anche nostra, si è arresa.

Noi continueremo a vivere come ci pare e piace e a fare sesso con chi e quanto vogliamo, perché il sesso é bello, il sesso é vita, il sesso é piacere. Siete voi che dovete vergognarvi. Siete voi che dovete arrendervi. Siete voi che dovete smetterla di giudicare e di spalare merda addosso agli altri senza guardare la merda che c’é nella vostra vita e su di voi.

Scusami Tiziana. Tu non hai fatto nulla di male, non eri tu la merda. Non eri tu che dovevi vergognarti. Scusami Tiziana, perché io ero come te, eppure non ti ho difeso.

Leggi anche:

Annunci

Comments

  1. in questi giorni mi sto interrogando molto su quello che trovo giusto e sbagliato, sul giudicare o meno, e sul perché giudico quello che giudico.
    nella scia della vicenda di tiziana cantone (per cui non ci sono giustificazioni. punto.) sono partite giustamente le reazioni opposte di chi dice io devo poter fare quello che voglio e vivere il sesso come preferisco.

    però leggendo certe opinioni provo un certo disagio e non capisco se sono io che fraintendo, o se il mio punto di vista è inconciliabile con determinate cose.
    parlo della linea che divide (dovrebbe) dividere la libertà sessuale con il tradimento, e l’atteggiamento “giusto” da tenere verso quest’ultimo.
    ho esitato a commentare varie volte perché mi sembrava portasse la discussione lontano da quello che è importante, ovvero che il bullismo in rete e la gogna mediatica sono sbagliati sempre, pratiche orrende, in ogni caso. e non vorrei mai che il mio disagio potesse sembrare un “però…” messo in calce all’ennesimo episodio di questo genere.
    però il disagio resta.

    in questo post ad esempio la ragazza elenca tante cose tra cui il suo andare con persone impegnate ed i suoi tradimenti. e leggendo e rileggendo, anche se dice ora di non essere più monogama, non capisco se comunque il pensiero di fondo sia che il tradimento sia parte dovuta della libertà, parte del dire “Io faccio quello che voglio”.
    non lo capisco, magari fraintendo, magari le mie ferite mi rendono difficile affrontare obiettivamente questo specifico argomento.
    a me hanno insegnato che la libertà mia finisce dove inizia quella dell’altra persona, che se abbiamo desideri che non sono concilianti con la vita di coppia basterebbe essere onesti con se stessi e con gli altri.
    ora mi viene il dubbio che anche questo sia considerato restrittivo o in qualche modo oppressivo verso la libertà altrui.

    penso sia intuibile che sono stato tradito e la cosa non mi ha lasciato in belle condizioni. non ho mai pensato di chiamare chi mi ha tradito con gli epiteti che conosciamo, naturalmente non ho desiderato di aggredirla verbalmente o in altri modi, o di farlo sapere a tutti. non mi sono neanche arrabbiato con lei.
    sono solo stato male, mi sono accasciato su me stesso.
    e gli effetti dei tradimenti sono stati temo permanenti su di me, come se avessi perso delle parti di me che non vogliono ricrescere.

    so bene che siamo tutti deboli e facciamo tutti errori, ma per quanto cerchi di avere una mente aperta non riesco a considerare il tradimento della fiducia altrui (nelle relazioni come in qualunque altra cosa) una cosa che possa far parte dell’orgoglio di fare sempre quello che sentiamo.
    pensare “siamo liberi di fare quello che vogliamo ma dobbiamo essere onesti verso le persone con cui ci relazioniamo” è reazionario? non potrebbe anche questo far parte della sfera del “consenso”?

    come ho detto può essere che io fraintenda completamente il senso di quello che viene scritto, purtroppo anche questo è tra gli effetti procurati da certi “trigger”. magari leggo cose che non sono lì.
    non so nemmeno se dovrei fare una domanda del genere, temo di essere attaccato da una parte da chi non concepisce le relazioni come faccio io, e peggio ancora temo di essere appoggiato da chi pensa che “troia” sia la parola da tirare fuori in questi casi.
    però lo scrivo comunque, almeno metto da qualche parte questi pensieri, che mi fanno caos nella testa e nella pancia.
    e se non ho capito un cavolo mi scuso.

  2. Ognuno della sua vita fa ciò che vuole, ma trovo aberrante che un altro essere umano possa sentirsi il diritto di esporne un altro alla pubblica gogna non curandosi delle conseguenze. Non ho visto il video, non avendo social non sapevo del “tormentone”, ho solo saputo della triste notizia dai tg. Tanta tristezza e rabbia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: