Annunci

Io mi depilo ma difenderò sempre il tuo diritto a non depilarti

Lei scrive:

“Io non volevo partecipare, alla campagna ‪#‎shortspertutti‬. Non volevo farlo perché mi sentivo ipocrita: non sono coraggiosa. Io sono quella che gli shorts li mette solo tra amici e sempre con un po’ di apprensione. Sono quella che che in casa non ha uno specchio a figura intera perché né è terrorizzata, sono quella che a livello razionale ha tutto chiaro sugli standard di bellezza normativizzanti e fascisti, che applica i suoi ragionamenti agli altri, ma quando si guarda in una vetrina ha momenti di sconforto. In mezzo a tante foto di uomini e donne fier* del proprio corpo e delle proprie scelte, mi sembrava assurdo parlare di me.

E invece eccomi qua, per due motivi.
Il primo, è che mi turba come lo spirito della campagna venga spesso frainteso. Non è una gara. Non è una competizione. Se X ha un problema con le sue gambe, non siete in nessun modo giustificati ad insultarla perché voi le vorreste come le sue. Forse è il caso di ribadirlo: “le magre” non sono felici di default. Questa è una deformazione che viene dallo stesso marcio che stiamo cercando di combattere. Quando vi si racconta un disagio, è il momento di ascoltare. Non è il momento di accusare di esibizionismo chi si apre e racconta la PROPRIA storia. Il problema della normativizzazione del corpo è che TUTT* vengono colpit*. Ci sarà sempre qualche imperfezione che ci renderà insicur*, sempre qualche piccola cosa che ci hanno fatto notare, che è stata indicata come “sbagliata” o “sgradevole”. Sempre, finché non ci libereremo di questa catena. A livello individuale, a livello collettivo. Il fatto che la maggior parte delle persone sia pronto a dirti che hai delle belle gambe non risolve il tuo problema, non se il tuo problema è dentro e non fuori. Essere “più scopabile”, mettetevelo in testa, non è automaticamente essere più felice.

E quindi eccole qui, le mie gambe troppo bianche, con i nei, con la pelle trasparente che lascia vedere le vene. Le mie gambe che sono la metà di quanto erano un anno fa e che a me sembrano ancora in qualche modo grandi, sbagliate. Con la cicatrice sul ginocchio destro e le articolazioni appuntite, leggermente storte, asimmetriche. Le stesse gambe che hanno portato i colleghi a dirmi che sono “la metà di una persona vera”. Porto la 38 e queste gambe mi danno ancora problemi. E non permetterò a nessuno di dirmi che il mio sentire non ha valore.

Il secondo motivo è lo squadrismo agghiacciante nei confronti di una ragazza che ha scelto di farci vedere le sue gambe non depilate. Carissima sconosciuta, amica, grazie. Io mi depilo. Mi depilo perché mi piace sentirmi liscia e mi piace vedermi liscia. Ma sono consapevolissima che ho interiorizzato una norma. So che se alle medie non mi avessero chiamato “scimmietta” perché ero l’unica delle amiche che non aveva ancora iniziato a radersi, forse non mi depilerei. E ti rispetto, ti ammiro: perché fai quello che vuoi, che ti fa sentire bene. Perché le tue gambe sono belle così, come ti rendono felice, e perché sei venuta a raccontarci la tua storia. Perché non dovresti mai e poi mai ricevere commenti orrendi come quelli che sono arrivati. Perché nessun corpo e nessun pezzo di corpo dovrebbe mai essere trattato come se fosse innaturale, come se facesse ribrezzo.

Ed eccola, una foto ravvicinata e con il flash della mia coscia, perché i miei peli esistono, sono lì, e anche se stasera se ne andranno via nessuno mai dovrebbe permettersi di parlare di mancanza di decoro perché qualcuno decide di non seguire una norma arbitraria. E siccome nell’altra foto non si vedono, ci metto pure il flash. Dedicato a tutti quelli a cui i peli di lei hanno fatto schifo, il mio sforzo per farvi vedere pure i miei.

E forse per una volta si può usare in modo decente quella frase attribuita a Voltaire, spesso usata per coprire scemenze: Io mi depilo, ma difenderò per sempre il tuo diritto a non depilarti. So che tu faresti lo stesso; e, come dice un poeta, “a c**o tutto il resto”.”

‪#‎ShortsPerTutt‬‪#‎NoBodyShaming‬ ‪#‎BodyLiberationFront‬ ‪#‎PeliPerTutt‬*
‪#‎OgniFotoHaLaSuaStoria‬

Leggi anche:

e tutti i fantastici interventi e contributi solidali che troverete qui: https://www.facebook.com/AbbattoMuri/

13874698_10209971188826492_1815612342_n-1

13664734_10209971224307379_1447124058_n

Annunci

Trackbacks

  1. […] via Io mi depilo ma difenderò sempre il tuo diritto a non depilarti — Al di là del Buco […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: