Se ti piace il macho devi rispettare le “procedure”

Lei scrive:

Cara Eretica,
ho conosciuto un ragazzo e dopo un paio di occasioni in cui ci vedevamo e parlavamo ho pensato che dirgli semplicemente mi piaci fosse la cosa più sincera da fare.
E così una sera, vedendolo andare via, mi sono fatta coraggio e mi sono lanciata. E’ stato molto bello e molto forte per me.
Dire mi piaci può sembrare una banalità, ma farlo è stata una piccola impresa. Ed ero molto felice al di là di quello che sarebbe potuto accadere poi.
Bene, questo il risultato:

io ho la tua mail e se, come credo, hai uno smartphone sicuramente potrai leggere più o meno in tempo reale. Dunque ti scrivo due righe come se fosse un messaggio o un whatsappino. Ero molto orgoglioso di come ero riuscito a resistere al tuo ‘attacco’; mi sentivo forte per il fatto che avevo messo in contatto e in comunicazione tutte le parti del mio essere e come UNO avevo preso una decisione: non farò nulla con questa ragazza, nonostante l’attrazione … No, sono troppo stanco, devo proseguire domani. Anche perché qui la cosa va per le lunghe… So che non hai bisogno di nulla, che nessuna spiegazione è necessaria, che sei adulta ecc., ma visto che ti ho vista sotto casa mia (!), seguo l’istinto e ti scrivo. Quindi domani troverò un momento per farlo. Per ora buonanotte, begli occhi.

Bene, non so se ti è arrivata la prima mail, volevo scriverti questa mattina ma è stata una giornataccia… Il concetto senza dilungarmi troppo e che fondamentalmente non sono più in cerca di avventure. Anche se ho dei lati del mio carattere ancora piuttosto infantili, sento che devo dirigere le mie forze verso qualcosa di più stabile. Ho bisogno di una donna con cui costruire una famiglia e una vita. Ho sbagliato tante volte meta, obiettivi, mi sono distratto da quello che in fondo al cuore voglio. E questo non è nulla di assurdo, succede, anzi è più che normale dal momento che ci sono delle esigenze che uno deve fronteggiare quotidianamente… anche oggi ho delle esigenze molto terra terra: se incontro una bella ragazza, simpatica, intelligente, con un sacco di caratteristiche che mi attirano (!), mi viene voglia di farci l’amore tante volte! Mi viene voglia di divertirmici insieme, di fare un sacco di cose … ma la cosa che ho sempre sbagliato è che in fondo quando sento che non va bene per me una donna continuo lo stesso; poi mi affeziono io, si affeziona lei, si va avanti per un po’, poi si soffre tanto. Non dico che sono pronto assolutamente, ma sento di dover seguire il mio cuore su questo. Dopodiché, in qualsiasi momento posso contravvenire a questa cosa, perché comunque sono abbastanza debole e fatto di carne. Ma vabbè il concetto credo sia chiaro… Poi in ultimo c’è il discorso sul fatto che sia stata tu a venire da me: questo è un problema. Anche se ho provato piacere quella sera, e sei stata molto carina, c’è qualcosa che non funziona in una procedura del genere. Infatti, se capisco che ho desiderio di una donna, e sono libero, e lei è libera, vado a provarci. Se per qualche motivo aspetto o decido di non farlo proprio, vuol dire che non lo voglio fare. Purtroppo sono piuttosto all’antica in questo, se voglio una donna ci vado, se viene lei in una certa misura mi passa la voglia che anche in qualche modo avevo. Poi magari tra qualche giorno ci incontriamo per caso da qualche parte, mi viene un desiderio irrefrenabile di possederti, ci provo in tutti modi finché non molli. Spero che se dovesse accadere questo tu non mi faccia la ripicca…. Tutto ciò, è comunque sempre sulla base di un presupposto:magari è sbagliato, ma ciò che mi arriva a me di te è che fondamentalmente sei una ragazza disponibile perché libera, ma che non hai ancora deciso completamente ciò che vuoi. Sicuramente non sei chiusa a nulla, ma sei anche molto disponibile a 360°. Questa cosa che è molto bella, non si accoppia con il mio desiderio attuale. È una cosa se vogliamo più di istinto che altro, sento questo non posso farci nulla. E quindi dentro di me sono convinto al 100% che ci troveremmo in grosse difficoltà. E, mi troverei nuovamente in un ruolo che non voglio più avere e farei sentire te in un ruolo che sicuramente ti sarebbe scomodo. Sicuramente dicendoti tutto ciò, mi espongo a tue proteste anche probabilmente molto viscerali. Spero tu capisca questa mia mail, e capisca anche che cos’è che la muove. Vabbè, ora ti mando un bacione e ci vediamo presto. Se ci sono grossi errori, dipende dalla dettatura vocale. Abbi pazienza. Se vuoi rispondermi sarò molto felice. Ma ti prego non ti arrabbiare. Scusa, forse sono stato un po’ troppo perentorio. Spero tu capisca bene che non ho la pretesa o presunzione di interpretare in assoluto ciò che è o ciò che sei tu. Ho parlato unicamente di mie impressioni e mie sensazioni, magari del tutto compromesse dai miei pensieri. Ma è comunque ciò che vivo, non posso cambiarmi. Ho preferito essere chiaro con te per proseguire la nostra comunicazione e perché credo tu possa capire e apprezzare“.

Credo ci sia un misto di violenza e maschilismo e crudeltà in questa email. Di tutto ciò la cosa che mi ha fatto inorridire è il passaggio sull’eventualità che possa venirgli voglia di possedermi… praticamente la descrizione di uno stupro.
Passato lo sconvolgimento, non mi sono mai sentita tanto fiera e fortunata di essere come sono.

Questa la mia risposta:

Caro xxx, per quanto mi piacerebbe lasciare il mio Huawei a vedersela con il tuo I phone, sono incapace di usare il comando vocale e mi vedo costretta a scriverti. Ma forse è un bene, perché scrivendo si possono scegliere le parole e, forse, si può evitare di offendere. Ecco, appena dopo aver letto la tua e mail mi sono sentita offesa. In effetti non hai scelto delle belle parole, e le parole diventano importanti quando manca del tutto l’empatia. Quello che ho fatto quella sera non era una caccia all’uomo, non aveva nulla a che vedere con la procedura, l’essere terra terra, infantili, viscerali, né con qualche esigenza quotidiana da fronteggiare. Quello che ho fatto quella sera ha a che vedere con me, con il mio modo di sentire e con il fatto che nella vita aspiro ad essere buona e coraggiosa. Mi sembravi buono e coraggioso anche tu e allora ho deciso di fare un gesto sincero. E’ stato il gesto più sincero e coraggioso e terrificante che abbia fatto mai. E tu mi parli di procedura? Non sono più offesa. Sì, io e te ci troveremmo in grosse difficoltà al 100% Io sono libera, ma il modo in cui l’hai detto tu l’ha fatto sembrare una cosa brutta, di cui vergognarmi. Io sono libera perché non costringo tutte le parti del mio essere a propendere verso un obiettivo, ma cerco di farle vivere in armonia per stare bene e creare legami sereni, profondi e sinceri con gli altri. Ti auguro che la tua procedura ti aiuti a perseguire il tuo obiettivo.

Advertisements

Comments

  1. Già che lui usi l’iPhone e non un’altro tipo di telefono è da scartare.
    Altro tizio soggetto al fascino delle masse.

  2. Agghiacciante…ottima la risposta di lei ma dubito che lui sia in grado di capire la gravità delle cose che ha detto.

  3. Lorenzitto says:

    Purtroppo lui ha parlato “da maschio” . Magari potevano semplicemente rimanere “single” ma essere “amanti segreti”.
    Oppure era lui che non voleva “cascarci con tutte le scarpe” ?

  4. Trovo un po’ forzato accostare il possedimento evocato dal macho in questione con lo stupro.
    In ogni caso, il soggetto mi pare molto “sfigato”, una subalternità ai modelli socio-comportamentali così tenacemente autoimposta non si riscontra spesso e mi fa sinceramente tristezza.

  5. Il punto è che non gli piaceva abbastanza.

    Gli uomini e le donne sono uguali in questo, non vedo scandalo, qualcuno di voi non ha mai dato un due di picche?

    Persino io sono scappato a gambe levate da ragazze che non mi piacevano (e sono tutt’altro che Brad Pitt).

    E’ scortese, odioso, cattivo e tragico, ma purtroppo è così che funziona, per tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: