Offese sessiste contro la neosindaca di Roma Virginia Raggi

13495210_10208381152837917_7696545679780502438_n

Questa è una prima pagina di una testata in cui Virginia Raggi, neosindaca di Roma, viene vista vestita da Barbie.

Clek6FTWYAAAlRU.jpg-small

Questa è una comparazione tra un titolo del ’65 e uno del 2016, su Libero. Non vengono chiamate Sindache, così come si dovrebbe, ma “ragazze”, con allusione alla loro presunta incapacità.

13479222_10154240260058186_1187202176_n

Questo è il post di un signore che non contento aggiunge, sul suo profilo facebook:

visto che vi è tanto piaciuto il mio post precedente:
Virginia simbolo di dedizione e onestà ha fatto tanto bene a tanti tanti tanti uomini. nelle strade e per le periferie tutti chiedevano di lei. c’erano giorni in cui sembrava che tutta roma non pensasse ad altro… che a virginia.
eppure lei non si è mai tirata indietro. mai una volta che un uomo che abbia chiesto il suo aiuto si sia visto chiudere la porta in faccia no, era sempre aperta.

per non parlare della sua opera con i giovani, sempre in necessità delle sue opere di bene. virginia ha saputo far diventare uomini tanti giovani ragazzi e grazie a lei la nazione è cresciuta.

e ancora:

Per quanto riguarda i miei post su virginia.
Non ho mai detto che facesse la puttana, ho usato solo delle allusioni. Esplicite ma sempre di allusioni si parla.
A tali allusioni mi è stato risposto con una marea di parolacce.
All’inizio l’ho presa a ridere, fino a che mi ha chiamato un mio amico etero e mi ha fatto notare quanto fosse grande la sproporzione tra quello che avevo scritto io e quello che mi veniva detto a me.
mi ha ricordato come alla pubblicazione di questa foto (vedi allegato) molta gente di sia augurata (scrivendomelo) che fossi sotto chemio terapia e che morissi o comunque che erano felici per la mia condizione.

Faccio notare che non ho bloccato, bannato o rimosso alcun messaggio perchè non amo molto la censura, neanche delle offese gratuite che mi vengono rivolte in maniera diretta.

Allora mi domando, dopo 5 anni che sono sepolto in casa a studiare e allenarmi e le uniche persone che mi vedono sono i miei colleghi all’università e i miei amici di palestra come posso generare tanto odio?
La risposta non può essere che una: l’invidia.
Se voi avete avuto delle vite di merda e avreste voluto essere me io non ne ho colpa, quindi smettete di spargere la vostra merda su di me perchè questo non migliorerà certo la vostra situazione.

Che dei giornali facciano copertine del genere e che un signore si permetta di dire quello che ha scritto, potrebbe sembrare strano. Qualcuno potrebbe chiedersi perché tanta acredine. Perché tanto sessismo sparso. Sapete che se fosse stato eletto un uomo non lo avrebbero rivestito come un bambolotto né avrebbero ipotizzato, anzi, “alluso”, ad una sua precedente presenza sulla “Salaria”.

Non ho letto i commenti che questo signore ha ricevuto e se sono stati “offensivi” o “violenti” posso dolermene, ma ho letto tanto quanto basta per dire, pacatamente, che solo un grande sessismo può condurre ad una “allusione” del genere. Alludere – per usare il verbo suggerito da chi scrive – alla trascorsa presunta puttanaggine di una neosindaca è un po’ come dare della zoccola a una donna solo perché donna e in quanto donna ha sottratto lo scettro a un uomo.

Il signore di cui sopra probabilmente dirà che non ho un gran senso dell’umorismo, ma quel signore dovrà sapere che non servirà, come era stato scritto ieri, la protezione del “marito” (da lontano), per fare in modo che su di lei si dicano cose differenti, che so, valutazioni politiche, per esempio. Ci saremo tutte noi, quell* che a prescindere dal fatto che siamo d’accordo o meno con la Raggi non smetteremo mai di dire che se tu “alludi” affibbiandole uno stigma sessista non c’è nulla che può farci restare indifferenti.

Il sessismo ha mille facce e una tra quelle è il fatto che a una donna di bell’aspetto non si sappia dire altro, “alludendo”, a parte quello che leggete sopra.

Vergogna.

E solidarietà a Virginia Raggi.

 

Leggi anche:

Comments

  1. Prendiamo esempio dall’America che a breve eleggerà il primo presidente donna.

    • Trovo il tuo commento parecchio fuori luogo. Per quel che rappresenta, per gli interessi che serve e per le azioni che ha condotto nel corso della propria carriera e in pieno concerto col marito, da Hillary Clinton non c’è nulla che vada preso ad esempio.

  2. Guarda che trovare i miei contatti è semplicissimo e se uno scrive sciocchezze come quelle che hai scritto tu almeno dovresti dare il diritto di replica.
    Oggi giorno chiunque con una linea ADSL si reputa un giornalista… torna a cercare scoop sulla mia bacheca.

    • ciao Carlo 🙂
      lo screen ci è stato segnalato e certamente hai diritto di replica. ce l’hai talmente tanto che abbiamo riportato ogni parola che tu hai scritto anche dopo il primo post. se vuoi dire altro siamo qui. grazie.

    • Comunque con le tue “allusioni”, come tu stesso le definisci, non hai fatto una gran figura. Se avessero fatto un’allusione del genere ad una persona a te cara, come avresti reagito? Ovviamente non sono da meno coloro che ti hanno augurato mali incurabili e simili. Da una persona istruita e da atleta che si allena con dedizione come te ci si aspetta un modo più rispettoso di porsi nei confronti di chi non è in linea con il tuo pensiero. La mia naturalmente è solo un ‘opinione personale. Saluti da un altro atleta che si dedica a doppie sedute quotidiane di allenamento e che studia per una cercare di conseguire una seconda laurea.

  3. Sono al 100% d’ accordo, quei titoli sicuramente sessisti sono vergognosi; d’ altra parte noto che in molti l’ hanno fatto notare e si è discusso sulla validità del termine “sindaca” approvata dal’ accademia della crusca,…per questo motivo non mi sento molto turbato da questi titoli, li vedo come parte di un retaggio che ci stiamo lentamente ma decisamente lasciando alle spalle, è solo questione di tempo prima che diventi obsoleto

    • Comunque con le tue “allusioni”, come tu stesso le definisci, non hai fatto una gran figura. Se avessero fatto un’allusione del genere ad una persona a te cara, come avresti reagito? Ovviamente non sono da meno coloro che ti hanno augurato mali incurabili e simili. Da una persona istruita e da atleta che si allena con dedizione come te ci si aspetta un modo più rispettoso di porsi nei confronti di chi non è in linea con il tuo pensiero. La mia naturalmente è solo un ‘opinione personale. Saluti da un altro atleta che si dedica a doppie sedute quotidiane di allenamento e che studia per una cercare di conseguire una seconda laurea.

  4. Perchè un pornoattore gay scive queste cose?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: