Annunci

Mozione Finocchiaro anti/surrogacy: Paternalismo? Non in mio nome!

1560181-anna-finocchiaro

Questa è la mozione anti/surrogacy presentata da finocchiaro e altri senatori del pd. è vomitevole, soprattutto nel passaggio in cui si chiede di  “contrastare sul piano interno, europeo e sovranazionale ogni forma di legalizzazione della surrogazione di maternità” ovvero si sta chiedendo di non votare la stepchild adoption e quindi di non riconoscere i bambini frutto di gpa (gestazione per altri) all’estero che arrivano in italia come figli di chi li ha voluti. Praticamente diventano cosa? ‘sti bambini diventano corpo del reato? sigillati in quanto prove di un crimine? e poi saranno sottratti ai genitori e inseriti in strutture statali?

affidati a chi non li conosce? e i genitori che fine fanno? finiscono in galera anche loro? e tutto questo, cosa che fa già abbastanza schifo, vorreste farla in nome delle donne? ma avete chiesto alle donne cosa ne pensano? possibile che l’unico atteggiamento che sapete adottare è paternalista? cosa siamo noi? corpi di stato? oggetti inanimati utili solo alla propaganda di partito?

non abbiamo forse volontà? capacità di scegliere e di difenderci senza bisogno dell’intervento autoritario delle istituzioni patriarcali? non fate queste cose in nome delle donne, ve ne prego, perché io, donna, non faccio che trattenere conati di vomito ogni volta che sento di un’altra genialata che tenta di dare un’impronta progressista a soluzioni reazionarie.

assegnare la responsabilità dei corpi delle donne allo stato è roba di destra, da ventennio, era la politica portata avanti da mussolini. il mio corpo era suo e lo gestiva lui. oggi dovrebbe essere diverso ma è l’epoca in cui le donne/vittime, delle quali le istituzioni si servono per legittimare idee autoritarie, non hanno diritto di parola. è a noi – alle donne – in quanto fortemente lesiva della nostra autodeterminazione, che questa mozione fa male. allora, please, NON IN MIO NOME.

Ps: ma poi, oh Finocchiaro, seriamente pensi che con la tua mozione potrai abolire la surrogacy a livello “mondiale”? Hai presente i confini dello Stato Italiano? :O

Leggi anche:

—>>>Petizione No all’ingerenza della Chiesa nel voto sul ddl Cirinnà

—>>>#GpA #UnioniCivili: se avessi un utero presterei la mia donnità

—>>>Da Parigi la Carta per abolire il rispetto per l’autodeterminazione delle donne

—>>>Manifesto femminista per l’approvazione del ddl Cirinnà

e poi:

 

Annunci

Comments

  1. La GPA esiste da almeno 30 anni. I primi bambini nati con la GPA adesso hanno altri bambini. Gli eterosessuali accedono alla GPA molto più delle coppie gay (rappresentano il 97/98% del mercato).
    I paesi dove le donne sono realmente sfruttate (India, Nepal, Russia, Ucraina) permettono la GPA solo per le coppie etero.
    Le coppie etero sono state in grado di regolarizzare la loro famiglia dal 1983 con la stepchild adoption.
    E ADESSO (2016) si accorgono tutti della GPA?
    Sarebbe il caso di ammettere, finalmente, che il problema non è l’affitto ma l’affittuario. Politici vecchi e omofobi che non si rendono nemmeno conto di esserlo.
    L’Italia fa schifo.

Trackbacks

  1. […] omofobe o comunque derivanti da tutt’altra cultura. Se penso che c’è chi dà retta alla senatrice che pensa di poter dettare regole per un nuovo ordine mondiale. Se penso che c’è chi oggi […]

  2. […] omofobe o comunque derivanti da tutt’altra cultura. Se penso che c’è chi dà retta alla senatrice che pensa di poter dettare regole per un nuovo ordine mondiale. Se penso che c’è chi oggi […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: