Non strumentalizzate il concetto di salute contro le persone “grasse”

A proposito della discussione sul body shaming mascherato da salutismo contro le persone “grasse”. Lei è una dottoressa e ci tiene a spiegare alcune cose che ascoltiamo volentieri. Difende il concetto di salute ma specifica che non può essere usato come elemento giudicante contro le persone di qualunque tipo. Buona lettura!

>>>^^^<<<

La scienza non è una religione. Non richiede Fede e non emette giudizi né condanne morali. E’ semplicemente, neutralmente, asetticamente descrittiva.

Da sempre è stata strumentalizzata come manganello ideologico. Nell’800 hanno strumentalizzato le teorie di Darwin, storpiandole a proprio comodo, inventando il concetto di Darwinismo sociale per giustificare l’oppressione della classe operaia.

Cercare di attaccare Darwin e demolire il concetto di selezione naturale non avrebbe portato nessun beneficio alla lotta operaia, perché il problema non erano le sue teorie ma l’uso sbagliato che se ne faceva.

In tema di salute il concetto è lo stesso. Esistono dei parametri grossolanamente oggettivi (ed un milione di dibattiti sempre aperti) che descrivono quali condizioni sono più o meno associate ad una vita statisticamente più lunga e sana e quali meno. Sono parametri asettici e numerici ed esprimono indici di probabilità. Niente di più niente di meno.

Aggredire questi concetti in difesa delle persone che subiscono una condanna sociale per il loro peso ed il loro aspetto giova quanto agli operai avrebbe potuto giovare bruciare i libri di Darwin.

E’ bene tenere presente che non tutte le persone che hanno problemi con il proprio corpo e/o subiscono bodyshaming hanno problemi di salute e/o di peso. I due insiemi non si sovrappongono. Però esistono problemi di salute legati al peso. Mettere insieme le due cose non aiuta a promuovere l’idea che si debba imparare ad amarsi e ad amare il proprio corpo e a non giudicare gli altri per il loro.

Analogamente, dire ad una persona che, per tutta una serie di ragioni di qualunque tipo, ha un’obesitá patologica che é perfetta così, è paternalistico e non aiuta a gestire un problema che è reale. Questo non significa criticarla, nè colpevolizzarla né niente. Non deve vergognarsi o altro. Non è nè meglio nè peggio di nessuno per questo. Non é un parametro delle sue qualitâ umane o morali, nè del suo valore sociale.

Non è nemmeno un parametro della sua bellezza. È solo un parametro della sua salute. Non deve essere giudicata per questo da nessuno, perché solo chi lo porta in giro conosce il peso (morale e reale) di un corpo, qualunque corpo. Il peso è solo uno dei tanti parametri del suo stato globale di salute.

Difendere il concetto di salute non vuol dire mettere alla berlina chi non lo incarna, vuol dire rispettare la verità dietro a quei numeretti e difenderla tanto da chi la vuole negare quanto da chi la vuole storpiare per dare forza alla propria arroganza.

un bacione

Sara

Leggi anche:

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: