Dire alle persone sovrappeso che sono malate è inutile

Lei scrive:

Ciao Eretica, ho letto davvero tante storie sui problemi di peso e su come ci si senta inadeguate nel proprio corpo. Voglio raccontarti anche la mia.
Sono sempre stata una bambina paffutella, non grassa ma paffutella. A quanto pare però questo non piaceva ai miei compagni di elementari e medie che hanno provveduto a rendermi la vita un inferno.
Come se non bastasse all’interno della mia famiglia le cose non erano diverse: mia madre mi teneva a dieta costantemente, mia nonna non faceva altro che criticare il mio aspetto fisico anche se la vedevo poche volte e, come se non bastasse, mi ingozzava come un tacchino al ringraziamento.

Al liceo le prese in giro finirono, ma avevo raggiunto il fondo. Sviluppai una serie di disturbi alimentari che si susseguirono per tutto il periodo del liceo: passai dal binge alla bulimia, con una madre che mi metteva costantemente a dieta.
Alla fine smisi quasi del tutto di mangiare. Per mesi inventai scuse per non restare in casa a pranzo e a cena. Dimagrii molto, ma questo non riuscì a fermare il mio malessere mentale. Non era mai abbastanza e più mi dicevano che ero dimagrita più continuavo a restringere fino a togliere il minimo indispensabile per stare in piedi.

Nessuno si accorse che stavo male, il mio cambiamento non permetteva alle mie ossa di assottigliarsi, ai muscoli di diventare più piccoli anche perché provvedevo a fare lunghe camminate sotto il sole cocente di luglio tutti i giorni per smaltire quel poco che mangiavo. Sono alta, sono sempre stata sportiva con spalle e fianchi larghi ma non capivo perché non se ne andassero.
Volevo piacermi ma soprattutto piacere agli altri. Volevo che il mio corpo fosse invidiato ma non era mai abbastanza, né per me né per gli altri.
Poi conobbi il mio attuale fidanzato e tutto cambiò: riscoprii me stessa e scoprii soprattutto cosa significa sentirsi amati.

Sembra una storia a lieto fine ma non lo è. Combatto tutti i giorni con la mia immagine nello specchio e per quanto a volte non mi interessi c’è sempre quella vocina nella testa che mi dice che dovrei essere di più.
Da quando sono riuscita a raccontare quello che era successo la mia famiglia non mi dà tregua: anche se sono ormai normo peso con qualche kg in più rispetto agli standard della società, mia madre non fa altro che ingozzarmi di cibo e la sua unica preoccupazione è cosa e se ho mangiato a pranzo o a cena.

Vedo mio cugino che sta entrando nello stesso ciclo, essendo stato anche lui in costante dieta e massacrato dalla nostra famiglia.
Mi rendo conto che non posso aiutarlo, non posso. Sarei poco credibile e ipocrita.
Per quanto sia semplice ricascare nel solito loop, lotto ogni giorno con me stessa e contro gli altri che non perdono occasione di ricordarmi che dovrei dimagrire ancora, dopo aver perso 8 kg e aver lottato contro gli attacchi di panico quando si metteva più olio nell’insalata o nelle zucchine bollite.

Mi sono impegnata e tutt’ora mi impegno nel sensibilizzare il mostro dei disturbi alimentari, perché puoi anche pesare 80kg ma soffrire comunque di anoressia.
Voglio solo ricordare una cosa: dietro a una foto c’è sempre una persona con le sue emozioni, la sua vita e i suoi problemi dei quali noi, dietro uno schermo del computer, non siamo a conoscenza. Per quanto la società mi dica che per i suoi standard sono grassa continuo ad andare avanti, con fatica ogni giorno, e soprattutto consapevole di essere in salute (mi sottopongo ad analisi del sangue e visite varie periodicamente, sono sana come un pesce!)

Additare le persone in “sovrappeso”(ossia più grosse dei canoni della società) come malate o poco in salute è inutile, ne sono la prova vivente.
La strada è ancora lunga ma spero di riuscire un giorno ad accettare quello che sono, perché valgo di più di un numero sulla bilancia.
Grazie mille Eretica.

Leggi anche:

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: