Annunci

Frozen il regno di giaccio: una recensione femminista

12467839_10208550778270800_101735667_n

Alessandra scrive:

Ciao carissima (…)
Ti scrivo per condividere con te e con tutt* voi le mie impressioni sul nuovo cartone animato Walt Disney che se non mi sbaglio è uscito quest’inverno e che ho appena finito di vedere per la prima volta: “Frozen il regno di giaccio”. Non sono una grande appassionata di cartoni animati ma come molt* di noi lo sono stata in tenera etá e Walt Disney mi ha accompagnata durante tutta l’infanzia con le sue creazioni che ai tempi adoravo alla follia, ma che ad oggi mi suscitano non poche perplessitá per gli esempi ed insegnamenti che mi hanno dato e che da piccola ho semplicemente recepito e immagazzinato meccanicamente.

La bella principessa da salvare, il principe azzurro senza il quale la situazione è irrisolvibile eccetera eccettera. Arrivo al dunque: ho molto apprezzato questo nuovo cartone animato e mi ha dato moltissima fiducia pensando a quella generazione di bambini e bambine che lo stanno guardando e che probabilmente rimarrá nei loro ricordi come nei nostri sono rimasti Biancaneve e la Sirenetta. Il cartone parla di una coraggiosa ragazza sorella della regina di questo mondo incantato che corre in suo soccorso quando tutt* le voltano le spalle e la credono una strega.

La ragazza parte alla ricerca di sua sorella ed è vero che nel cammino incontra un ragazzo ma il loro relazionarsi è del tutto rispettoso e spensierato, lei intraprende questo pericoloso viaggio da sola mossa solo dall’amore per la sorella e alla fine nel cartone il famoso “bacio che spezza l’incantesimo”, la “prova d’amore” non è niente meno che l’abbraccio tra le due sorelle ritrovate.

Io sono sempre stata convinta che qualcosa in stia cambiando nella nostra societá, lentamente ma sta succedendo. I cartoni animati di un grosso produttore come la Disney da sempre, e in un certo senso, nel bene e nel male, sono testimoni della nostra societá (anche solo purtroppo nell’ ottica di “produrre ciò che si vende di più”) e pensare al grande successo che ha riscosso questo cartone mi fa sorridere e mi da tanta fiducia, facendomi finalmente sperare che la generazione successiva alla mia forse, sará davvero la generazione delle “REGINE che si salveranno da SOLE, che saranno ORGOGLIOSE di farlo (e che lo faranno meglio che con l’aiuto di un principe).
Auguri di buon anno a tutt*!!!

12436045_10208550789231074_45131666_n

Annunci

Comments

  1. mi sembra di studiare il maccartismo, e quella volontà sovietica di creare quella società di ‘homo novus’ della società del ‘sole nascente’.
    mah……….se son rose fioriranno da sole, se è invece sarà una semplice imposizione di @ e di * allora durerà lo spazio di un mattino, fin quanto il ‘politically correct’ diventerà altro

  2. bella lettura! aggiungerei anche che la protagonista è in un certo senso una persona diversamente abile, incapace di essere la principessa perfetta da mostrare e che comincia un percorso..
    che nell’immaginario mainstreaming di disney ci sia posto non mi dispiace per niente!

  3. tutto molto giusto…peccato che il film sia uscito 2 anni fa…siamo un po’ lente a recepire…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: