Annunci

I sostenitori del Gamergate sono responsabili di aver modificato una foto del giornalista Veerender Jubbal per farlo apparire come un terrorista

gamergate-members-are-responsible-for-the-terrorist-photograph-of-journalist-veerender-jubbal-503-body-image-1447772794

Di Rich Stanton

Testo originale QUI. Traduzione di Cruth A Bhàis

In seguito agli attacchi terroristici avvenuti a Parigi Venerdì notte (era il 13 novembre ndt) la maggior parte del mondo ha reagito con orrore.
Ma individui attivi nel Gamergate –un movimento che si occupa, a seconda di chi chiediate, di molestare donne e quelli che il gruppo chiama Social Justice Warrior (SJWs, Guerrieri della giustizia sociale) nell’industria del videogioco, oppure di indire campagne per una migliore trasparenza e standard etici tra i media- hanno avuto una reazione diversa.
Questi individui hanno usato la tragedia per presentare un critico del Gamergate, il giornalista canadese Veerender Jubbal, come uno dei terroristi di Parigi.

Nell’immediata vicinanza degli attacchi, l’immagine modificata via Photoshop del signor Jubbal, mostrata sopra, è stata tweetata dall’utente @Bl4ptrep con la didascalia: “La foto di uno dei kamikaze di Parigi è stata resa pubblica. Ha postato questa foto su twitter subito prima dell’attacco”.

Il signor Jubbal è un critico feroce del Gamergate che usa regolarmente Twitter per esprimere le sue opinioni, ed è diventato un bersaglio per i membri più aggressivi del gruppo dopo aver fatto partire l’hashtag #stopgamergate2014 .
Egli è altresì un sostenitore della parità dei diritti civili e un Sikh –cosa che ha permesso ad alcuni dei sostenitori del Gamergate di sostenere che il signor Jubbal sia un terrorista, basandosi unicamente su una confusione deliberatamente stupida tra il Sikhismo e l’Islamismo.
Questo tipo di “scherzo” strizza l’occhio a un razzismo profondamente radicato che può essere visto in tweet postati da account esplicitamente pro-Gamergate contro il signor Jubbal (esempi qui e qui).

gamergate-members-are-responsible-for-the-terrorist-photograph-of-journalist-veerender-jubbal-503-body-image-1447772935-size_1000

gamergate-members-are-responsible-for-the-terrorist-photograph-of-journalist-veerender-jubbal-503-body-image-1447772947

L’immagine originale, un autoscatto nel bagno fatto usando un iPad, è stato postato il 4 Agosto 2015 dal signor Jubbal.
L’immagine è stata retweetata da blacktric sette giorni dopo e, a seguito della conversazione mostrata qui sopra, una versione alterata dall’utente @turd_wartsniff (da qui in poi TW) è apparsa il 12 Agosto.
L’immagine modificata da TW cambia l’iPad in un Corano, aggiunge una cintura esplosiva sui fianchi del signor Jubbal, e altre minori modifiche aggiunte in seguito (tra cui un Dildo nero sullo sfondo a ridicolizzare il supporto di Jubbal ad alcune vittime degli attacchi del Gamergate, in larga parte donne e femministe, come spiegato sotto, N.D.T.)
L’originale, il repost/discussione e il tweet di blacktric a seguito dell’attacco di Parigi sono mostrati sopra.

La falsa immagine, così disseminata, è stata presa dalle testate online di tutto il mondo a seguito degli attacchi di Parigi, incluse Sky Italia e il giornale spagnolo  La Razón .
Quest ultimo ha pubblicato la faccia di Mr Jubbal nella prima pagina, additandolo come “uno dei terroristi”.
Anche se  La Razón  ha ritirato questa affermazione, il danno è fatto: in sole poche ore il signor Jubbal è passato dall’essere uno sconosciuto ad essere la faccia degli attacchi parigini. CT1jFpeXIAAZg7LMa coloro a cui sono familiari le azioni peggiori del Gamergate non saranno stupiti da questa foto modificata.
Membri scelti di questo gruppo esemplificano molti dei problemi delle autorità nell’occuparsi di molestie online.
Il Gamergate come entità è decentralizzata, largamente composta da anonimi ma capace di portare una quantità enorme di forza bruta su coloro che dichiara “nemici”.
I membri del gruppo hanno negato ogni connessione tra il Gamergate e l’immagine modificata del signor Jubbal, ma noi possiamo provare il collegamento.

L’immagine modificata postata da TW è stata discussa da blacktric l’11 Agosto, ma la sua prima apparizione risale al 13 di Agosto, successivamente.

gamergate-members-are-responsible-for-the-terrorist-photograph-of-journalist-veerender-jubbal-503-body-image-1447773232-size_1000

TW ha postato questa immagine tre volte successivamente, prima del 13 Novembre, e la sua autorialità è stata confermata grazie proprio a blacktric quando le cose hanno cominciato a diventare incandescenti.

gamergate-members-are-responsible-for-the-terrorist-photograph-of-journalist-veerender-jubbal-503-body-image-1447773246

TW è responsabile anche di una serie di immagini, fotomontaggi od altro, che attaccano altri oppositori del Gamergate.
Tra i preferiti di questo individuo ci sono Arthur Chu, Anita Sarkeesian e Zoë Quinn –i quali hanno tutti fatto dichiarazioni pubbliche contro le molestie del Gamergate.
Questo account ha postato anche immagini contenenti il logo del Gamergate, un badge viola e verde con le lettere “GG”, e il personaggio cartoon del Gamergate Vivian James.
Gli esempi di tweet di attacco ad Anita Sarkeesian e alla sviluppatrice indipendente Brianna Wu sono qui sotto:

gamergate-members-are-responsible-for-the-terrorist-photograph-of-journalist-veerender-jubbal-503-body-image-1447773270-size_1000

gamergate-members-are-responsible-for-the-terrorist-photograph-of-journalist-veerender-jubbal-503-body-image-1447773281-size_1000

Membri del Gamergate hanno insistito che blacktric non ha collegamenti con il gruppo, ma questo è contraddetto dai sui post nel subreddit GG chamato KIA*, dai giocosi scambi con l’avvocato di riferimento del Gamergate Mike Cernovich e dalla sua cronolgia di commenti sulle storie riguardanti il gruppo.
Incredibilmente, tra le prove offerte dal Gamergate per dimostrare che blacktric non ha legami con loro c’è un tweet in cui egli si riferisce al GG come “noi”.

*Questo commento è stato cancellato dai moderatori di KIA dopo la pubblicazione di questo articolo. Ma è archiviato qui (sull’Internet Archive, dove si conservano varie “fotografie” della rete com’era in determinate date. Molte cose rimosse si possono trovare ancora in questi archivi online, N.D.T)

Prima della cancellazione, l’account Twitter di blacktric ha anche ospitato il post “il Gamergate è la più grande cosa che sia mai capitata sia al mondo del videogioco sia al giornalismo”.
Non è difficile trovare altre prove delle sue affiliazioni – semplicemente ricercate in rete “Gamergate” e “blacktric” assieme.
Con l’ausilio di una fonte anonima abbiamo individuato che dietro questo account c’è un ventiquattrenne turco, e queste informazioni sono state passate a Mr.Jubbal e alle relative autorità.

Il fatto che sia il creatore di questa immagine sia colui che l’ha diffusa con l’attacco di Parigi in mente siano legati al Gamergate è incontrovertibile.
Immediatamente dopo la raggiunta diffusione globale della falsa immagine del signor Jubbal, blacktric ha cancellato il suo account Twitter, e l’account di TW è sparito ugualmente.
Naturalmente la maggior parte dei sostenitori del Gamergate vuole dissociarsi da blacktric e TW, visto che le loro azioni contraddicono la pretesa che il gruppo sia dedicato, esclusivamente, a promuovere la trasparenza delle relazioni professionali e personali che legano addetti ai lavori e giornalisti del media video ludico, ma è impossibile negare che i collegamenti tra blacktric, TW e il Gamergate siano presenti.

Bisognerà ancora comprendere le conseguenze reali di questa immagine falsa, ma possiamo includere tra queste far perdere tempo alla polizia Francese nelle immediate vicinanze del più drammatico attacco terroristico nella storia del paese.
Il signor Jubbal vivrà il resto della sua vita nel rischio di essere scambiato per qualcuno che non è e affronterà la possibilità di essere vittima di attacchi di vendetta mal guidati.
E naturalmente l’ISIS, uno dei gruppi più attenti all’utilizzo dei social media, sarà estasiato del fatto che Gamergate stia sollevando confusione intorno a chi siano i suoi membri.

Anche se è poco probabile che l’immagine inganni altri soggetti dei media, il fatto è che ha ingannato alcuni di loro per ore subito dopo l’attacco, e ci potrebbero essere conseguenze a lungo termine, esemplificate dall’intraprendente giornalista Milo Yiannopoulos di Breitbart, che ha inviato una mail a Jubbal e postato il testo online:

Fate le vostre supposizioni su quali intenzioni ci siano dietro queste domande, o meglio, consideratele nel contesto del titolo e del tono dell’articolo del Breitbart: “I media fregati da un deplorevole, irresponsabile e assolutamente non divertente troll aggio di un critico del Gamergate”.
I partecipanti a KIA hanno reagito con un deprimente riduttivismo alla occhio per occhio:
“Quando chiami altre persone terroriste per oltre un anno, puoi lamentarti se qualcuno ti chiama terrorista?”

Qualunque sarà il finale di questa storia, questa situazione serve come una lezione obiettiva sulle tattiche di partecipanti in gruppi come il Gamergate – in questo caso immediata negazione di tutto e affrettata cancellazione delle prove, seguite da una dichiarazione di senso contrario che sostiene che il Gamergate sta in realtà aiutando il signor Jubbal a segnalare questa immagine come falsa, dopo che il danno è stato fatto.

Nonostante tutto il suo parlare di crociate etiche, il Gamergate è stato etichettato come un gruppo d’odio per diverse ragioni evidenti, i suoi membri sono stati coinvolti in post pieni di misoginia, razzismo, anti-semitismo e trans fobia.
Il gruppo ha selvaggiamente attaccato i suoi obiettivi, il signor Jubbal è solo l’ultima vittima, e giustifica queste azioni dicendo che sono le stesse vittime a portare le molestie su di loro.
“Questa è giustizia poetica, è lui ad aver contribuito alla sua stessa rovina” , si può leggere su un post tipico di un utente di KIA, gtt433.

Ma forse collegare un uomo innocente con uno dei più condannati atti di terrorismo sul suolo europeo, a poche ore dall’avvenimento, sarà ciò che porterà Gamergate alla fine.
Il signor Jubbal è attualmente al sicuro e in salute in Canada e intende citare in giudizio i responsabili.
Egli ha rilasciato una dichiarazione sull’incidente, dove si possono leggere queste parole:

“L’orrore oscuro della violenza in Parigi e Beirut della scorsa settimana è oggetto di lutto per 25 milioni di Sikh e 1.5 miliari di Musulmani in tutto il mondo. Chiedo ai media che hanno fatto girare la mia immagine di ritirare immediatamente la foto e scusarsi, ma prendete anche tempo per imparare ed educare i vostri lettori intorno alla fede Sikh, la quinta religione al mondo.”

“Quanto dipingiamo interi credo e comunità con lo stesso pennello, diamo ai terroristi ancora più quello che vogliono.
Siamo più forti di fronte al terrorismo e al bigottismo quando siamo uniti.
La falsa immagine che mi riguarda è una opportunità per tutti noi, per crescere insieme, si spera, in una comprensione condivisa dell’uno per l’altro che ci appartenga”

Annunci

Comments

  1. complimenti per aver generalizzato, un pò come dire che tutti i musulmani sono colpevoli degli attentati in quanto musulmani.

    Lasciate perdere cose che non conoscete.

    • Di tutto quello che è riportato nell’articolo, la cosa che ti sconvolge di più è che si accusi gamergate di essere un movimento che si diverte a fare bullismo e rovinare la vita altrui?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: