Bulimia con la bocca al sapor di vomito

Lei scrive:

Cara Eretica, ti scrivo dopo aver portato a termine il mio consueto rituale.
Tutto si conclude sempre con il sapore di vomito in bocca e le nocche della mano destra arrossate.
Soffro di bulimia, non soffro di bulimia, ho qualche disturbo alimentare non lo so…
So solo che nello stesso attimo in cui mi spezza lo stomaco in due, dopo aver rigettato anche l’anima, sono soddisfatta di me e vorrei morire nello stesso momento.

Se ci penso sono passati più di 10 anni dalla mia “prima volta”, ai tempi ero arrivata a pesare 110kg.
Non so come sia iniziato tutto, ho legato i capelli in una coda alta, ho ficcato due dita in gola ed ho rimesso tutto quello che avevo ingerito a pranzo.
Poi è iniziata la routine.
E sono iniziati anche i complimenti verso il mio aspetto fisico.
“Stai benissimo, ma come hai fatto?”
“Che invidia, ma quanti chili hai perso?”
40 kg in poco meno di un mese e mezzo… se non mangi un cazzo a parte insalata e formaggi light e se riesci anche a vomitarli fai in fretta anche tu!

In questi 10 anni non sono più arrivata a pesare 110kg ed anche il disordine alimentare, va e viene.
La cosa “meravigliosa” di essere normopeso o poco sovrappeso è che non sei associabile a nessuna di queste malattie… sei tropo “normale” per avere un disturbo del genere e quindi riesci a nasconderti anche a chi ti vede ogni giorno.
E ti senti con un mostro sulle spalle, perché stai male ed avresti voglia di gridare al mondo che hai bisogno di aiuto, vorresti strattonare forte le spalle di chi ti sta vicino ed urlargli contro “non vedi che sto male?”… ma poi passa, ti vergogni a confessare una cosa del genere, perché tu sei quella “intelligente”, quella da cui non ti aspetteresti una cosa del genere… come faccio a dirlo, non saprei neppure da dove cominciare.

Metto insieme i cocci e ricomincio a sopravvivere, abbuffate programmate e digiuni devastanti… poi passa. Poi va via. Tra un po’ smetto.

Anche tu Eretica, scusa la noia, mi andava di scriverti e l’ho fatto.
Un abbraccio. MF.

Leggi anche:

 

Non usate la parola “disgusto” riferita ai corpi magri
Il corpo dei ciccioni
Disforia ponderale: quando vuoi essere più magra e ti dicono che stai bene così!
La mia lotta contro i disturbi alimentari
Se sono grassa e ti dico che sto male smetti di dirmi “stai bene così”!
Quei lager dedicati alle ragazze con disturbi alimentari
Se la famiglia mi spinge a dimagrire
Guardarmi dentro, riconoscermi, accettarmi, crescere
Storia di F. (della bellezza e della voglia di sparire)
Il PD vuole il TSO e l’alimentazione forzata per le anoressiche?
L’anoressia è una malattia e non un capriccio
Obblighereste un’anoressica a mangiare?
Cara Michela Marzano, i disturbi alimentari non si risolvono con il carcere!

Leggi anche (Racconti dalla sezione Storie di dipendenze di FaS):

Diario di una bulimica: sull’autonarrazione come forma di resistenza
Sono una stronza totale. Diario di una bulimica #1
Dieci anni di bulimia e doverli raccontare
Sento proprio che non ne uscirò mai
Sesso, amore e bulimia
L’amore ti fa grassa
Diario di una bulimica: io voglio vivere!
Advertisements

Comments

  1. Chiedere aiuto è difficile, è il passo più difficile in assoluto. Vuol dire farsi piccole piccole, fragili mettersi a nudo. Ma dopo che lo hai fatto è come se ti liberi di quel mostro sulle spalle. Ti senti leggera. Perché quando vomiti hai 10 secondi di pace per poi riaprire quel devastante circolo vizioso, non hai il controllo di nulla. Ma quando chiedi aiuto riprendi il controllo. Non sentirti stupida, non lo sei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: