Post-moderno: storia di problemi, sintassi e puntini di sospensione

di Inchiostro

Notizie dall’oltremondo [tip-tip tip tip-tip]:

  • Il fatto che la gente rompa i coglioni è, ahimè, un fatto endemico, un concetto aprioristico, che avviene sempre e comunque (fonte: Focus di giugno)
  • Il caps lock è una malattia sociale ampiamente diffusa, che in internet provoca solo un fastidio visivo, nella realtà aggiunge anche un disturbo uditivo, visto che rappresenta la malsana tendenza che la gente ha di urlare, come se urlare rafforzasse le tesi propugnate (Fonte: Don Mazzi)
  • E’ diffusa anche… soprattutto su facebook… questa cosa dei puntini… di sos… pen… sione………………………… che sembra quasi che le persone vogliano creare una continua suspense, come se stessero sceneggiando Profondo Rosso e non scrivendo dei pensieri. Alcuni scrivono, ad esempio, cose come “E’ molto vero… (puntini di sospensione)” e tu leggi, e leggi anche la sospensione – e, perdìo, anche la punteggiatura fa parte della lettura e viene interpretata, sissignore – e rimani lì e pensi “E poi?! Come continua?! Cosa volevi dire-cristo-illuminato-tradito-e-martoriato?!?!?!?!?” Ma niente, non lo saprai mai, perché non c’è una continuazione. Questa cosa, giuro, è ben fastidiosa (Fonte: Federico Moccia)

Ok, quattro cazzate per iniziare le abbiamo sparate.
Cose che mi aspetto: risposta piccata sulla gente che rompe i coglioni, precisazione sul caps lock, controaccusa, a mo’ di contro riforma – come la chiamano quelli che negano l’inquisizione e la caccia alle streghe, che in fondo il problema era solo che avevan finito la legna, si sa – sul fatto che anch’io – eh! – insomma, non sono un vate della punteggiatura – ma, per me, andrebbe bene anche essere un water della punteggiatura, l’importante è sapere cosa significano e a cosa servono questi strani simboli che si interpongono tra le parole. E vorrei fare un minuto di silenzio per il puntevvirgola, ormai dimenticato come madama consecutio temporum -.

Non so, ma la parola interpunzione mi piace molto. Mi fa pensare a qualcosa di bello, tipo giocare a bowling con le sentinelle in piedi – sarebbero dei perfetti birilli, credo io -.

Ogni volta che leggo, o sento la frase saran questi i problemi – o roba simile – mi viene voglia di interpungere il professatore di cotal phastidiosissima esternazione del pensiero umano.

Nulla è un problema, tutto è un problema.
Mio personale parere, i pròbblèmi – no, non è un errore, è una parola con due accenti. Esistono in greco, ad esempio, ma anche in tedesco. Schumacher, for example, è una parola con doppio accento, macchestoaddirloaffare. Ah, questa parola specifica, invece, non esiste – comunque, i pròbblèmi, secondo me, sono, in ordine sparso:

  • La gente non sa più scrivere, il che potrebbe far supporre il fatto che non sappia nemmen più pensare
  • La gente non sa leggere i testi complicati, o a cornice – cos’è una cornice? Bella domanda! – o, se li legge, ha bisogno dei sottotitoli che rinviano alla parafrasi dell’intertesto nel quarto settore della stella decima centauri.
    Ed è per questo che nessuno legge più le poesie, a meno che non siano roba semplice tipo, non so, i testi di Tiziano Ferro.
  • La gente si riferisce alla gente dicendo la gente, e questo fa recepire un messaggio di spocchia inaudita, che fa gridare allo scandalo e all’insulto. Mediamente chi si incazza per queste cose corrisponde quasi in toto allo screen esposto nel testo appena letto, quindi, secondo il detto, la prima gallina che canta… – E QUI CI STA SIA IL CAPS LOCK, CHE LA SOSPENSIONE, PERCHE’ E’ UN DETTO CONOSCIUTO E CHIUNQUE PUO’ SAPERE COME CONTINUA E IL CAPS LOCK E’ PERCHE’ VOGLIO CHE QUESTO INCISO VENGA LETTO. ALMENO SETTE VOLTE. CHE DICO SETTE, DIECI! CHE DICO DIECI… -.

In realtà – beccato! – getto la maschera: scrivo tutto ciò perché i bacchettoni mi stanno sui coglioni, soprattutto quelli che bacchettano dicendo stronzate, o cose prive di contenuto, o cose che non c’entrano con gli argomenti in questione.
E so che tutta questa cosa, che, per chi se ne intende, è roba del tutto postmoderna – cos’è il postmodernismo? Altra bella domanda! -, farà, per l’appunto, incazzare chi non capirà due o tre cose lampanti di questo scritto. Incazzare forse è esagerato, diciamo che darà phastidio.
Magari qualcuno mi vorrà interpungere.

Comunque, per chiudere, probabilmente si dirà saran questi i problemi anche di fronte al fatto che la gente non sa più scrivere, o che usi le sospensioni a la kaz.
E io rispondo: va bene, però poniamo per certo che la scrittura è il modo in cui si esprimono i pensieri; ß (Punto e virgola!) Mettiamoci anche che, quindi, è la manifestazione di un pensiero; aggiungiamoci che, quindi, si può dire che uno scrive come pensa e, insomma, non è che stiamo messi proprio bene.

Saran questi i problemi?

 

…Vostro…

 

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………… Inchiostro……………………………………………………………………

  • Potete trovare i post di Inchiostro nella categoria L’InchiostratoQUI la sua biografia.
Advertisements

Comments

  1. Dico solo ossimoro. Ed è anche troppo.

  2. Dillo a me, ragazzo mio. Dillo a me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: