#Messico: petizione per Alejandra Gil e figlio arrestati a causa della pessima legge anti/tratta

Alejandra Gil

Alejandra Gil

Alejandra Gil e il figlio Omar sono stati arrestati (condannati in marzo a 15 anni di carcere) per via della brutta legge anti/tratta messicana in cui non si fa alcuna distinzione tra sex work per scelta e traffico delle prostitute. La stampa e le abolizioniste l’avevano già condannata da un pezzo e continuano ad usare questa notizia per mettere in cattiva luce chiunque abbia avuto contatti con lei. Oltre al garantismo tra le abolizioniste manca perciò proprio il buon senso. Questa è una petizione lanciata da una organizzazione canadese contro l’AIDS chiamata ICASO, qui in lingua originale e tradotta da Gabriele, che gira al fine per dire che Alejandra e figlio non hanno potuto contare su un giusto processo. Firmate se condividete.

>>>^^^<<<

Condanniamo il trattamento a cui sono stati soggetti Alejandra Gil e suo figlio Omar durante e a seguito dell’arresto. Ciò è avvenuto a causa delle nuove leggi anti-tratta messicane, le quali non fanno alcuna distinzione tra tratta di esseri umani e sex work consensuale.
Siamo consapevoli che Alejandra Gil e suo figlio Omar Sayun Gil sono stati accusati del grave reato di traffico di esseri umani e si trovano attualmente in stato di arresto. Alejandra Gil è la fondatrice di APROASE, un organizzazione che offre servizi sanitari alle sex workers su strada di Città del Messico; suo figlio, Omar, la aiuta e sostiene nelle iniziative del gruppo. Alejandra si impegnava per realizzare uno strumento anti-tratta, basato sul riconoscimento dei diritti lavorativi, che potesse giovare alle sex workers, cosa oggi più che mai importante in Messico, dove è appena stata approvata una nuova legislazione contro il traffico di esseri umani. Abbiamo infatti assistito, in altri Paesi che hanno adottato simili misure, a un effetto decisamente controproducente: il focus troppo ampio e vago sul sex work ha portato all’arresto e alla detenzione di sex workers e di persone che lavoravano con loro.

Noi sottoscritti siamo seriamente preoccupati per la mancata distinzione tra sex work e tratta e per l’assenza di regolare processo nel caso dei Gil.
Attualmente, la legge anti-tratta messicana è vaga e ingloba quelle persone che vivono delle rendite del sex work. Ma mentre alcune sex workers possono pagarsi le spese mediche grazie ai guadagni, c’è una differenza tra questo e chi vive di prostituzione o tratta. L’UNAIDS, in una breve nota a riguardo dello stato legale del sex work, dei diritti umani di base e della salute pubblica, dichiara: ‘il sex work non può e non deve essere confuso con la tratta di esseri umani o con lo sfruttamento sessuale, i quali costituiscono una violazione dei diritti umani e sono proibiti dagli ordinamenti internazionali e nazionali.’

L’UNAIDS aggiunge: ‘gli Stati hanno la responsabilità di prevenire e contrastare la tratta e lo sfruttamento sessuale. Nondimeno, tali sforzi non devono giustificare la persecuzione legale, né altri tipi di misure coercitive, di adulti che praticano il sex work volontariamente, siano ess* sex workers o clienti. Esperti e ricercatori hanno messo in chiaro che non c’è alcuna prova per asserire che la prostituzione è, in sé, una causa della tratta umana.’

A seguito dell’arresto dei Gil, madre e figlio, i media hanno ingigantito la notizia e trattato il caso con sensazionalismo, come se i due fossero già colpevoli e condannati. Siamo preoccupati per la mancanza di un regolare processo e insistiamo nel chiedere al sistema giudiziario messicano la salvaguardia dei diritti degli accusati durante l’intero corso del processo.

—>>>Se vuoi aderire alla petizione scrivi a Post2015MDG@Icaso.org inviando il tuo nome e il nome dell’associazione con la quale fai attivismo.

NB: il processo si è concluso con una condanna. Per la felicità delle abolizioniste.

Leggi anche:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: