'SteFike, Antiautoritarismo, Antisessismo, Comunicazione, R-Esistenze

Le balle di chi si oppone ai corsi di educazione di genere

pezzo

Il pezzo di volantino che vedete sopra è un fake in cui vengono messe in bocca all’OMS parole che non ha mai scritto da nessuna parte. Secondo le perverse menti che hanno partorito questo fake tali parole si riferiscono al programma che i bambini o gli adolescenti sarebbero obbligati a seguire nel caso in cui nelle loro scuole qualcuno volesse svolgere corsi di educazione sessuale o al rispetto dei generi.

A scrivere queste cose sono appunto quell* che raccontano balle su una “ideologia gender” che non esiste e che continuano a fare terrorismo psicologico mettendo in giro materiale fasullo per raccontare cosa vorrebbero fare gli insegnanti nei corsi di educazione al rispetto dei generi. In realtà si tratta di appuntamenti, quando le scuole li organizzano, in cui si sensibilizzano i bambini al rispetto di ogni genere, per prevenire l’omofobia. In ballo c’è anche una contestazione ai corsi di educazione sessuale che sarebbero una grande cosa in questa nazione intrisa di cultura catto/fascista e sessista. Dove i ragazzi delle medie stuprano le compagne e non hanno idea di cosa sia il sesso consapevole e consensuale. E dove le ragazzine credono che per non restare incinte basti sciacquarsi la vagina con la coca cola. Ma al di là di quello che pensano i reazionari che vorrebbero i figli tutti vergini e/o ignari, un corso di educazione sessuale, da un punto di vista di genere, sicuranente non sarebbe mai la cosa descritta sotto. Mi chiedo, che tipo di droga assume certa gente per scrivere tante stronzate tutte assieme? Che razza di allucinazione collettiva è ‘sta cosa? In che buco temporale siamo finiti?

Dunque, per capirci, con l’invito a fare passaparola perché questa roba sta girando ovunque e finisce per crederci anche gente ignara che non sa proprio nulla di queste crociate sante, essi affermano che, in questi corsi, per colpa del giender, si seguirebbero linee guida che dicono che:

– da zero a quattro anni, masturbazione maschile precoce.
– dai 4 ai 6 anni, masturbazione, significato della sessualità, il mio corpo mi appartiene. amore tra persone dello stesso sesso sono invitate a toccarsi e a esplorarsi i genitali.
– dai 6 ai 9 anni, masturbazione, autostimolazione, relazione sessuale, amore verso il proprio sesso, metodi contraccettivi.
– dai 9 ai 12 anni, masturbazione, eiaculazione, uso di preservativi. la prima esperienza sessuale. come fare l’amore con il partner dello stesso sesso.
– dai 12 ai 15 anni, riconoscere i segni della gravidanza, procurarsi contraccettivi dal personale sanitario.
– a partire dai 15 anni, diritto all’aborto.

A voi sembra sensato tutto ciò? E poi quelli che producono roba ideologica saremmo noi? Ma per favore. Questa è una caccia alle streghe che legittima la discriminazione degli individui. Siamo tornati ai tempi dell’inquisizione e della condanna senza prove. Su, per favore, siete meglio di così. Pensateci.

—>>>della campagna diffamatoria contro la scuola pubblica e del terrorismo psicologico contro i genitori ai quali si vuol fare credere che i bambini sarebbero obbligati a frequentare corsi di questo tipo ha parlato a lungo l’associazione Scosse che invita a diffondere anche il testo che potete leggere QUI.

In basso il volantino per intero in cui si avvisano i genitori dell’infiltrazione dell’ateismo nelle scuole attraverso il giender. Puro delirio, non c’è dubbio.

CHoqgYHXAAAnWFe

13 pensieri su “Le balle di chi si oppone ai corsi di educazione di genere”

  1. come detto altrove, credo ci siano gli ESTREMI per una denuncia di CALUNNIA, FALSO E PROCURATO ALLARME presso gli ideatori di questa campagna… qualcuno che segnali la cosa al Miur e al ministero della Salute?

    Così ci facciamo due risate con questi “difensori dei bambini”

      1. APPUNTO, anche per questo dubito che il testo sopra POSSA MAI PASSARE nelle scuole….. sarebbe un assoluto CONTROSENSO: se la fanno sotto per dei libricini INNOCUI e poi farebbero insegnare la MASTURBAZIONE?

        Comunque, scommetto che se fai girare quel foglio a qualcuno al Ministero, qualche atto giudiziario parte per questi GENI…..

    1. come dicevo altrove bisogna leggerla la tabella “così ci si rende conto di quanto sia distorta e mistificata la versione che si racconta nei volantini di cui parlo. da pag. 38 c’è lo schema diviso sinteticamente per fasce di età e va riletto con tutti gli approfondimenti. ci sono parti in cui si spiega che una cosa sono gli insegnamenti in classe, che sono rispettosissimi della innocenza dei bambini, e un’altra sono le consapevolezze degli insegnanti. un insegnante deve sapere che un bambino in effetti si tocca. se è piccolo lo fa ovunque e la linea antica era quella di picchiare i bambini sulle mani per evitare che continuassero e oggi, la consapevolezza di cui si parla, aiuta gli insegnanti ad avere un approccio meno traumatico e che possa non nuocere alla sessualità del futuro uomo.”

    2. di più:

      Sono passaggi tratti degli “Standard per l’Educazione Sessuale in Europa” redatti qualche anno fa dall’oms e destinati ai “responsabili delle politiche, autorità scolastiche e sanitarie, specialisti” stravolgendone il senso e decontestualizzandoli del tutto. L’effetto che si ottiene è di puro terrore instillato in genitori non informati sull’argomento e convinti che ai loro figli verranno insegnate pratiche sessuali (per di più considerate “poco convenienti”) fin dall’asilo. Il documento dell’OMS, in realtà, affronta la questione di un sano sviluppo psicofisico dei ragazzi che non può ignorare il fatto che la sessualità si forma e si sviluppa in ogni essere umano di pari passo con la sua personalità e il suo fisico, e si preoccupa di porre l’attenzione anche sull’aspetto sanitario che riguarda le malattie sessualmente trasmissibili. Di fatto, gli standard dell’OMS non sono legge dello stato, ma indicazioni destinate agli addetti ai lavori (responsabili politici dell’istruzione e dell’educazione, insegnanti e operatori scolastici) e non esiste in parlamento alcuna legge che proponga l’introduzione di “corsi gender”.

  2. Il testo dell’OMS esiste ma è completamente diverso, e si riferisce alla parità tra generi… Apprendimento dell’autodifesa dai comportamenti pedofili, misogini, omofobi e dal bullismo in generale.
    Ho letto l’originale in inglese dal cellulare non riesco a trovare il link….

  3. C’è il maligno dietro a queste idee pseudoliberali. La sessualità va lasciata scoprire ai bambini secondo i loro tempi e la loro natura. Altrochè educazione di genere di ‘ste palle.

  4. Il vero problema è che per prendere i soldi offerti dalla provincia tanti insegnanti sono diventati in una notte esperti di educazione sessuale anticipando e suscitato curiosità e pratiche nei bambini delle elementari che altrimenti vivevano e giocavano felici. L’educazione sessuale che asseconda solo la curiosità del bambino e non tiene conto della sua età e dalla cultura della sua famiglia non potrà fargli che Male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.