Pompino sotto accusa. Se chi lo fa è una “zoccola”…

Un amico mi segnala un fatto che giustamente a lui pare increscioso. Un ragazzo e una ragazza si sono appartati, e neppure tanto bene in realtà, e lei ha fatto un pompino a lui. Questo è quel che viene riferito. Lei oltre ad essere indicata come pompinara viene anche giudicata perché avrebbe tradito il suo fidanzato. L’amante occasionale invece coglie l’occasione per girare un video in cui i due fanno e parlano assai. Dopodiché lui avrebbe condiviso il video su whatsup. A questo punto la faccenda si complica perché il video diventa virale. In rete potete trovare vari remix e tante pagine facebook o commenti che si riferiscono alla ragazza in questione.

Succede perciò quello che succede sempre, a dimostrazione di una mentalità moralista e bacchettona che si estende per tutta la penisola. Cosa avrebbe fatto di male questa donna? Niente meno che un pompino. Scandaloso, non è vero? Perché si tratta di depravazione pura. Di qualcosa che nessuno mai ha praticato. Tra le persone che giudicano la donna ci sono uomini e donne, tutti uniti nel darle della zoccola. Molti però giurano che si tratta di una roba preparata ad arte, se così si può dire, e diffusa al fine di far parlare di lei che viene mostrata in giro con foto sottratte, immagino, al suo profilo facebook.

Diventa virale l’idea che lui la chiami “la mia zoccola” e che ci tenga a sottolineare che lei ha fatto “cornuto” il fidanzato. Ma la battuta che spopola in assoluto è questa: lei chiede “ma stai facendo il video?” lui risponde di si e lei dice “bravo”. A Napoli occasioni ghiotte come queste non si possono sprecare e su queste parole si sono costruiti remix, parodie e qualcuno ha pensato bene di farci anche le magliette. La generazione che frequenta il web sa certamente tutto di questa faccenda e non smette affatto di parlarne. Ne parlo perché sarei concorde con il fatto che si tratti di una traccia montata apposta, altrimenti non divulgherei, ma ne parlo soprattutto non perché mi piace ravanare su queste cose quanto perché vorrei analizzare quel che questa cosa rappresenta nell’immaginario collettivo.

I ruoli sono perfettamente rispondenti a triti e ritriti stereotipi sessisti. Lei la traditrice, pratica fellatio e si dichiara zoccola al servizio del possessore di pene, lui che tiene a precisare che ha vinto la gara testosteronica con l’altro e poi c’è lei che apprezza il fatto che si faccia un video. Come giustamente dice il conduttore alla fine delle interviste fatte nel video sopra però le cose non vanno sempre così, anzi. In generale pubblica un video di un atto sessuale, a volte compiuto sotto costrizione e altre volte no, chi vuole sputtanare la ragazza e farle passare l’inferno in cielo e in terra. Lo fanno gli ex fidanzati per vendicarsi e lo fanno gli stupratori adolescenti ai quali piace far vedere quanto sono fighi e non sanno neppure che se lei è minorenne si chiama possesso e diffusione di materiale giudicato pornografia minorile.

Dice l’intervistatore che questa storia è sembrata così tanto divertente al punto che altri, non autorizzati, violando ogni rispetto per la privacy, avrebbero messo in giro altri video delle ex. Questa cosa, oltre ad essere illegale, è ributtante, perché non rivela cose cattive di una lei sessuata che ha tutto il diritto di godere di quel che le piace. Piuttosto rivela la grande merda che è l’uomo che ha deciso di violare il patto di fiducia e discrezione per rendere note le sue miserabili prodezze. Ci sono ragazze che per questo, giacché ai video in genere seguono commenti atroci mollati sui social da gente completamente idiota, bulli e bulle che non capiscono quanto male possono fare anche lasciando lì poche perfide parole, per tale ragione, dicevo, ci sono ragazze che si sono addirittura suicidate.

Di questa vicenda io penso che nessuno è autorizzat@ insultarla e a scrivere tutte le cose che ho letto in giro. Dovessi giudicare gli uomini che hanno scritto riferendosi ad azioni, anche violente, contro la ragazza, perché lei se la sarebbe cercata in quanto zoccola e pompinara, direi che questi uomini sono decisamente dei potenziali stupratori. Sicché questo fenomeno virale a me fa molto poco ridere e mi fa pensare, piuttosto, a quanto siamo indietro come mentalità e a quanto sia complicato cercare di far passare un messaggio che in qualche modo scardini e sovverta questo immaginario. Dubito che lei abbia voglia di investire con quel video in una particolare carriera, e le sono perciò solidale in ogni senso, perché se il suo pompino è esibito, potrei giurare che la maggior parte delle donne, almeno una volta nella vita, un pompino l’hanno sicuramente fatto. Io direi che ho praticato la fellatio abbastanza, un po’ più in silenzio e senza spettatori, ma se è una zoccola lei allora lo siamo tutte. Direi di pensarci un po’. Giusto un pochino. Non pensate sia necessario?

Ps: poi discuteremo del fatto che la parola “zoccola” ha una valenza positiva. Ha certo più dignità una zoccola che un vile stronzo che mette in rete immagini rubate a qualcun altr@.

Advertisements

Comments

  1. “Piuttosto rivela la grande merda che è l’uomo che ha deciso di violare il patto di fiducia e discrezione per rendere note le sue miserabili prodezze”
    Ecco,cito questa tua frase per ribadire che in questa vicenda ed in tante altre analoghe se c’è uno che merita disprezzo e di essere insultato è proprio chi, tradendo la fiducia altrui fa un gesto del genere.

  2. Da noi si fanno le parodie su tutto, non è detto che le persone siano scandalizzate. il 90% ci ride su. Abbiamo parodie su gente che ammazza figuriamoci se non le abbiamo su questo. Molti pensano che il video di Tiziana sia fatto apposta per diventare poi virale, vista questa abitudine. Sul resto condivido in pieno tutto ciò che dici ma non tutti quelli che ci ridono su stanno giudicando male la ragazza.

  3. le vecchie intorno al minuto 1.00 sono più avanti del sessista pseudo sociologo che fa il video.

  4. FioreAvvelenato says:

    Concordo. Siamo tutte zoccole. E allora? Le zoccole mandano avanti il mondo! Oh.

  5. Il video non mi pare rubato. Non la giudico in nessun modo, e peró il video mi fa ridere(non tantissimo, ma abbastanza) E pure i vari remix. Liberi di essere esibizionisti. Io quando mi esibisco metto in conto che mi guardano, sennó che esibizione é?

  6. Bah, l’unico video esistente di me a fare un pompino ce l’ha una persona con cui nemmeno parlo più ma di cui, da sto punto di vista, mi fido ciecamente.

    Non gli insulti che son da idioti, ma la pubblicazione, non fosse voluta, è quasi sempre un rischio esistente.

  7. I maschi etero devono sempre vantarsi, se loro se ne fanno mille va bene se invece è una donna che lo fa allora è zoccola, lo stesso accade nel mondo gay se un top se ne fa mille non è una zoccola se invece è un bottom che se ne fa mille allora è una troia… Mah che cazzo di discorsi ! 😩😩😩 ma ripigliatevi tutti cazzo !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: