Affetti Liberi, Antiautoritarismo, Autodeterminazione, La posta di Eretica, Personale/Politico, R-Esistenze, Sessualità

Monogama anch’io. E ne sono felice!

Continua la discussione su monogamia, poliamore, sessualità. Il racconto che leggete sotto è di Giulietta. Buona lettura!

>>>^^^<<<

L’oggetto di questa mail parla chiaro: sono monogama. Cioè, lo sono diventata. Da 10 mesi a questa parte non mi interessa più avere partner diversi, provare a vivere più storielle contemporaneamente. Ma non perché abbia perso il gusto dell'”avventura”, no no, semplicemente perché ho trovato una persona che sessualmente mi diverte e soddisfa come nessuno fino ad ora.
Il mio attuale compagno è arrivato mentre flirtavo con un suo amico e con un altro amico ancora. Lui sapeva, ma ha deciso lo stesso di provarci con me.

Un invito a fare una passeggiata in centro, una breve cenetta insieme e poi dritti a casa sua, nel suo letto, fino al mattino dopo. E da quel momento non ci siamo più separati.
Ed è bellissimo. Mi diverte, mi fa ridere anche mentre facciamo sesso. E mi eccita, accidenti se mi eccita. Mi eccita al punto che se comincia a sfiorarmi con le dita finisce che lo facciamo anche per strada, dietro a un muretto, su un prato. Mi eccita al punto che se mi tocca in un certo modo mentre leggo un libro, devo smettere perché perdo il segno (ebbene si, oltre le gambe io apro anche i libri 😉 ).

Non voglio altri, non mi interessano nemmeno, non li vedo, se anche ci fossero non me ne accorgo. Ed è lo stesso per lui, nonostante sia cresciuto in una sorta di “famiglia allargata” con il padre musulmano “di vecchio stampo” con ben tre mogli. Pensa che sia una cosa sciocca stare con più persone alla volta, che sia una cosa senza alcun senso logico. Dice che se stai bene con una persona, che motivo hai di cercarne altre? E io non voglio affatto che cerchi altre, come non lo faccio io.

Non voglio certo l’esclusiva, solamente spero che fino a che vorrà stare con me non abbia il minimo dubbio sulla sua scelta. Altrimenti è bene parlarne subito e dividerci.
Certo, confesso che mi dispiacerebbe, dove lo trovo un altro che mi fa provare piacere così, come ci riesce lui? Sono convinta che se per me esiste il principe azzurro, l’anima gemella, quello sia lui. Ma attenzione, non è una romanticheria, intendo che se per molte l’uomo ideale è quello da sposare, per me è quello che appena mette le mani nei punti giusti mi manda in visibilio ecco.

Il mio essere monogama non dipende da idee di possessione o da gelosia, o paura di rimanere sola, o che so, qualsiasi altro motivo per cui possa non essere tollerato un tradimento. No, io non sopporterei di sapere che va con altre perché oltre ad essere capace di farmi provare sensazioni davvero belle a letto (e anche altrove) provo grande affetto per lui. Il nostro rapporto è basato si sul piacere fisico, ma c’è tanto rispetto l’uno per l’altra. E stima reciproca. E totale fiducia. E amore, tanto tanto amore.

Leggi anche:

La monogamia? Rivendico il poliamore e la libertà per chi amo!

Fondamenti di anarchia relazionale

Il Poliamore? Rivendico la gelosia, il possesso e la monogamia!

Su sessualità e relazioni:

3 pensieri su “Monogama anch’io. E ne sono felice!”

  1. Felicissima della tua felicità e mi auguro che duri più a lungo possibile. Però qualsiasi discorso che includa ampliamenti di prospettiva relazione non dovrebbe essere fatto nella fase di massima estasi biochimica tra due persone, che ha una durata variabile, ma che come ogni adulto sa, è destinata a trasformarsi in qualcosa di diverso. Anche i poliamorosi ‘efferati’ ci passano, è darwinismo. La chimica che descrivi è per sua natura assolutista e non ammette l’interferenza di altri. Poi però appunto passa. A differenza dell’amore, che non ha scadenze e che può assumere mille diverse conformazioni. E poi, se posso permettermi, basta con questi giudizi di valore sulle scelte altrui. Una cosa non è ‘sciocca’ solo perché non va bene per te, O per lui. Non credi?

  2. Fino a qui è più o meno quello che ho vissuto e che vivo… solo che nel momento in cui l’attrazione reciproca venisse un po’ meno, e magari si palesasse un terzo/una terza più passa il tempo e meno sono sicura che sarebbe un motivo per rompere. Magari non succederà mai, ma preferisco essere pronta (quantomeno mentalmente) nel momento in cui ci troveremo a vivere una situazione simile.

  3. Santo cielo, temevo di essere l’unica persona sulla faccia della terra ad essere rimasta monogama… e premetto che non parlo sull’onda dell’emotività ‘chimica’, visto che ho avuto una relazione durata 10 anni e una, attualmente, che dura ormai da 6.
    Personalmente non concepisco la scissione tra sentimento e trasporto erotico, per me confluiscono entrambi in una singola persona: il mio partner. E sono felice così, sentendo che lui è il centro del mio mondo sentimentale e che io sono il suo.
    Certo, capitano liti ed incomprensioni: le saniamo discutendo civilmente, oppure (nel caso del mio ex) di comune accordo chiudiamo e ci auguriamo il meglio. Non fate l’accostamento tra monogamo e ‘persona che avrà una ed una sola relazione in tutta la sua vita’, perché non è così. E non fate l’errore nemmeno di pensare che tutte le persone monogame siano tendenzialmente insicure, pronte a spiare o controllare il partner, che non sappiano donare o concedersi spazi personalissimi, perché non è così neanche questo. Diciamo che ci bastiamo a vicenda 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.