Annunci

Sono femminista perché…

Scrive Sara: “Ho visto recentemente questo video, che mi è piaciuto molto e ho iniziato a tradurlo (…). ” Perciò raccolgo il suo desiderio di divulgare video e traduzione e li condivido con voi. Buona lettura e buona visione!

>>>^^^<<<

Sono femminista perchè….

Stavo leggendo i commenti al mio canale YouTube, che è un canale che parla di bellezza. Alcuni di questi commenti dicevano “Perchè hai un canale di bellezza? Sei un ragazzo!” e questo è proprio il motivo per cui faccio questo video.

Perchè?

Perchè dei ragazzi, chiamano altri ragazzi con l’appellativo di “ragazza”, quando non li considerano forti, o quando fanno qualcosa che viene considerato come “femminile”? Perchè mai dovrebbe essere un insulto? Essere una ragazza, significa essere qualcosa di meno di una persona? Le ragazze sono solo esseri inferiori, su cui scherzare? E non solo i ragazzi, anche le ragazze dicono cose del genere. STOP! Smettila di perpetuare la tua stessa discriminazione!

Lasceresti tuo figlio giocare con le bambole? E tua figlia con le macchinine? Se tuo figlio lo volesse, gli lasceresti indossare abiti rosa? E accetteresti di accompagnare tua figlia a calcio?

Se la tua risposta è no, perchè? Perchè a scuola l* prenderebbero in giro? Perchè non sono atteggiamenti che si adeguano perfettamente ai modelli di genere imposti dalla società? Forse, come genitori, dovremmo iniziare a educare i nostri figli diversamente.

E’ passato quasi un secolo da quando, almeno negli Usa, il movimento di emancipazione femminile, quello delle Suffragette, è riuscito a ottenere il XIX emendamento, quello che sancisce il diritto di voto alle donne.
Una cosa che ho imparato, mentre cercavo la data esatta, è che il Mississippi non ha ratificato il XIX emendamento fino al 1984. L’anno della mia nascita! Pazzesco! Il Mississippi è uno Stato molto religioso, quindi probabilmente stavano solo eseguendo “gli ordini”. Nella bibbia, la prima lettera a Timoteo, così recita: “Non concedo a nessuna donna di insegnare, né di dettare legge all’uomo; piuttosto se ne stia in atteggiamento tranquillo”. Naturalmente, non tutt* seguono questi versetti della bibbia, ma evidentemente gli eletti del Mississippi, di quel periodo, lo seguivano, così tanto da continuare ad opprimere un intero gruppo di persone.

Dalla parte opposta, ho visto Hal Sparks (attore e attivista statuniste n.d.s.) parlare riguardo alla necessità di avere le “palle” per fare qualcosa, ma, in realtà, le “palle” sono la parte più debole di un uomo. Pensi davvero servano per fare qualcosa? A parte produrre sperma, visto che di solito le ragazze non hanno le palle, vuol dire che le ragazze non sono abbastanza brave, per fare qualcosa che solo gli uomini fanno?

Perchè non lasci che tua figlia sogni di diventare vigile del fuoco? E perchè non iscrivi tuo figlio a danza, se quello che vuole è ballare?

Tutto questo mi fa rendere conto del fatto che le donne non sono ancora considerate alla pari di un uomo, nonostante i progressi fatti nella nostra società, progressi che noi, nel bel mezzo della cultura globale, pensiamo di aver realizzato. E mi appare sempre più chiaro di come la lotta femminista sia così vicina a quella gay. Oltre a chi usa la religione per opprimere le persone gay, ci sono altre persone che pensano ai gay come effeminati, considerandola una brutta cosa, pensando che i gay non aderiscano perfettamente alle norme di genere della società e quindi vengono considerati “poco uomini”. Cosa significa essere “poco uomo”? L’uomo è al di sopra di tutto? Voglio dire, solo perchè sei bianco, etero e uomo, sei meglio di una donna, nera e lesbica? Non lo capisco. E anche all’interno della comunità gay, ci sono uomini “mascolini”, che pensano di essere meglio di un ragazzo effemminato, solo perchè sono più vicini all’ideale machista della società. Ho conosciuto uomini gay, “effeminati” sin da bambini. Pensate che un giorno siano saltati da un trampolino gridando “Ora inizierò a muovermi in maniera fluida e farò diventare la mia voce più acuta”? NO. Sono semplicemente così. E cosa c’è di sbagliato in questo? Cosa c’è di sbagliato nelle “tomboys” e nelle ragazze che amano cose considerate “maschili”? Niente, assolutamente, niente.

E indovina, i tuoi genitali non necessariamente determinano il tuo genere. Sorpresa, ci sono persone che sono nate con un pene, ma sono donne. E ci sono persone nate con una vagina, che sono uomini. Non è strano, è natura. E non hai nessun diritto di discriminare queste persone. Cosa, solo perchè hai un pene e ti piace averlo, pensi di essere migliore? E si, ho detto pene e vagina. Non sono brutte parole. Sono parti del corpo.

Io sono femminista perchè sono stanco di sentire la parola “ragazza” utilizzata come insulto. Sono stanco del rosa che non deve piacere ai maschi, sono stanco di ruoli di genere che reprimono l’abilità di un* bambin* di crescere liber* di essere chi si sente di essere.

Quindi, perchè non cambiamo? Non abbiamo bisogno di nutrirci di arcaici modi di pensare, apriamo la mente. Chi dice che un pensiero non possa cambiare il mondo, si sbaglia di grosso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: