Antiautoritarismo, Autodeterminazione, Critica femminista, R-Esistenze, Satira

#Komplotto: i gay vogliono dominare il mondo!

1504039_656729624401807_7162555515060404770_n1Per fortuna esistono le persone che commentano i post, incluso il mio, in cui si parla di scelte d’amore, desiderio di genitorialità, e cose del genere, per illuminarci tutti quanti e dirci che:

a) una che ospita nel proprio utero un ovulo non suo, fecondato da un seme non suo, e poi partorisce quel figlio per donarlo ai suoi amici, deve essere sicuramente pazza;

b) che brutta cosa è generare figli per desiderio dei genitori, perché nelle famiglie etero, come è noto, i figli vengono generati per desiderio espressamente sottoscritto del figlio che comunica via Medium con i futuri genitori;

c) bruttissimo affidarsi alla scienza perfino per la fecondazione eterologa, perché la natura è natura, bella gente, e se la natura ti ha fatta “sterile” e a te ti ha fatto frocio, significa che la “natura”, non la cultura o il pregiudizio, non vuole che tu sia genitore;

d) ‘sti froci che vogliono avere figli in questa maniera in realtà stanno pianificando l’invasione del pianeta. Non vogliono esistere, con pari diritti, assieme a tutti gli altri. No. Vogliono trasformare tutti quanti in froci e generando figli, sicuramente froci, un giorno stermineranno gli etero e prenderanno il potere;

e) c’è una categoria di umani che è in stretto contatto con quello comunemente noto come “il nascituro”. Parla in suo nome e in suo nome dice che “il nascituro” non vorrebbe essere cresciuto da due froci perché l’ha detto proprio lui.

Da qui in poi, mi perdonerete, prendo in prestito un po’ di pensieri che arrivano dritti da Donna Haraway e dal cyberfemminismo per raccontare come il mondo intero sia determinato dai desideri delle persone e che il limite di quei desideri sta nel fatto che io non posso imporre a te quello che vorrei per me. Ciascun@ deve poter fare quello che vuole di se’, del proprio corpo, della propria vita. E’ la religione che impone limiti morali e i limiti sono un freno alla conoscenza, all’acquisizione di consapevolezza. I limiti sono spesso dettati solo dalla paura di quel che non ci è noto, perché vorremmo che tutto funzionasse esattamente come funzionava prima, perché chiunque prima di tutto vorrebbe essere riconosciuto dentro il branco, nel pieno rispetto delle convenzioni sociali, e perché trasgredire la norma è difficile, è un atto di coraggio, e quell’atto è ancora più coraggioso se la spinta deriva dall’amore. L’amore per la libertà, per la conoscenza, per un figlio.

Donna Haraway dice che siamo cybercorpi, macchine con addosso pezzi correttivi brevettati da aziende farmaceutiche e multinazionali, e quel che dobbiamo fare è stare attent* al fatto che prima o poi qualcuno non ci chiederà indietro quei pezzi al mancato pagamento di una tassa.

Cosa c’è di “naturale” in un uomo che sopravvive grazie ad un bypass? Una donna che risuscita grazie un trapianto? E una donna che partorisce post/mortem? Cosa c’è di naturale nel fatto che non viviamo più nelle caverne, la conoscenza ci ha portati lontano e stiamo lì a cercare un eterno compromesso tra scienza e morale?

Chi ancora parla di “natura” allora dovrà rinunciare al bypass, all’operazione chirurgica, a farsi trapiantare un organo e a cercare cure attraverso sistemi che la religione non vieta neanche più. E’ il 2014 e non il 1300. Bisogna che ve ne rendiate conto. Se volete tornare al modello di vita “naturale” rifugiatevi nelle foreste, rinunciate alle cure mediche e non andate mai in ospedale per sopravvivere a voi stessi. Non osate mai esigere interventi e cure per i vostri figli e non osate mai pensarvi se non nell’epoca in cui le madri morivano di parto e i figli crepavano di raffreddore e la gente moriva a 30 anni dopo una breve vita di fatica e stenti.

La “natura” l’avete lasciata con la clava. Poi è arrivato il fuoco, la scienza, la matematica, la filosofia, la medicina, e vorrei ancora vedervi a mettere al rogo la strega di turno che ha avuto la brutta idea di scoprire un vaccino per farvi sopravvivere a malattie che ora ci sembrano autentiche idiozie.

E in ogni caso, sapete cosa? Quei froci in natura sono sempre esistiti e così, immagino, il loro desiderio di genitorialità che compensavano sposando donne che non avrebbero mai amato e restando prigionieri di una vita fatta di ipocrisie e bugie. E’ questo dunque che si intende per “natura”? La menzogna elevata a verità sociale e culturale? La negazione dei diritti di persone che continuate a ritenere malate?

In quanto alle madri, lasciatemi dire, da madre, che non c’è nulla di più falso che immaginare una norma che ci accomuni tutte. Quella retorica dell’attaccamento, la rinuncia, il martirio, la beddamatresantissima ci fa malissimo e le madri che desiderano figli esistono tanto quanto il padre che desidera e vuole un figlio. Invece nella logica corrente le madri senza un figlio non sono nulla e i padri, incluso i gay, possono anche lasciar perire il desiderio di genitorialità.

E’ tutto complicato o è anche molto semplice. La prima regola è l’autodeterminazione. Se due uomini fossero venuti da me, tempo fa, e mi avessero chiesto di generargli un figlio forse l’avrei fatto. E se tanto mi vale una scomunica dal clan materno, pazienza. L’amore e l’empatia si misurano da mille cose. E per inciso: la tizia di cui si parla pare che abbia ospitato, appunto, l’ovulo fecondato volontariamente, perché amica dei due, tra l’altro sposata e con figli, ed è stata lei che ha chiamato la fotografa, sua amica, per immortalare l’evento.

E’ stata una sua libera, gratuita, scelta. Chiunque la contesti ha di fronte a se’ questa cosa qui e non i cliché soliti della povera del terzo mondo che è costretta a vendere figli per campare.

Sicuramente però ho torto marcio. E’ tutto un complotto e io sono al servizio del nemico. La grande lobby gay che ha già in mano le sorti economiche del pianeta. Brutti e cattivi, ‘sti gay. Veramente brutti.

Leggi anche:

Adozioni gay: gli omofobi non provino a gestire i nostri uteri!

Dare del “pedofilo” ad un gay non è una “opinione”!

10 pensieri riguardo “#Komplotto: i gay vogliono dominare il mondo!”

  1. L’ANTICRISTO STA AVANZANDO…NON AVETE IDEA DI QUELLO CHE STA PER ACCADERE SULLA TERRA!!!…L’UOMO UNICO FAUTORE DELLA SUA FINE!

  2. Ci sono state anche nel passato coppie gay che hanno allevato figli (di uno/a di loro o di altri), senza contare donne e uomini che si travestivano per fare un determinato lavoro o solo per divertimento. Anche ammettendo che tutto ciò che è nuovo è anche malvagio, purtroppo per i cultori della “tradizione” non c’è niente di particolarmente moderno nell’omosessualità, nel travestimento e nella transessualità. Ma vaglielo a spiegare…

  3. Sono stata crescita da mamma e papà. Che però ad avere un figlio mica ci pensavano; erano troppo giovani e io ho impedito loro di realizzarsi nella vita .Questa cosa me la son portata dietro per anni come a dire che la colpa della mia nascita ero io , non loro che magari un profilattico l’avrebbero potuto usare . Ora non mi rimane che prendere atto della mia presunta colpa , e andare avanti senza un minimo di amore da parte dei miei genitori. Quando vedo una coppia che , come in questa foto , si rafforza , si commuove e si sente “piccola” di fronte alla nascita di un figlio non posso che pensare che l’amore puro esiste . E niente è più naturale dell’amore.

Rispondi a Sabrina Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.