'SteFike, Antiautoritarismo, Autodeterminazione, Comunicazione, Critica femminista, R-Esistenze, Satira, Sessualità

Se guardi immagini di nudo arriva il menarca precoce…

1476615_255602317926981_857554357_nStavo pensando alla storia del mio amico, chiamiamolo Giosuè, che una volta mi disse che nonostante il suo pene piccolo pensava di poter avere ottime possibilità di carriera come attore porno. Quelli intrisi di machismo rideranno ma dal mio punto di vista uno così avrà sviluppato ottime capacità in altre prestazioni – con o senza dildi – di cui si può godere a prescindere. Dovrò chiedergli prima o poi se ha mai tentato o se la sua sessualità va a gonfie vele come diceva allora.

In ogni caso, ecco, pensavo a questo, dopodiché vado a leggere i commenti in fondo al mio post su Il Fatto Quotidiano e trovo un paio di appunti sostanziali. Una signora mi dà del “maschietto”, perché è più facile negare che una donna che la pensa in modo differente esista piuttosto che accettarla e discuterci ad armi pari, e un’altra tira fuori addirittura delle ricerche scientifiche (?!?) per dirmi che alle ragazzine verrebbero le mestruazioni precoci (che lei chiama “menarca”) se esposte a immagini “esplicitamente sessuali”. Su facebook le amiche mi rispondono con vari spunti utili a trattare la questione. In primo luogo c’è chi rincara la dose e scrive che “alle bambine vengono le mestruazioni quando gli si parla di sesso per la prima volta, per questo non bisogna insegnare queste cose brutte alle femminucce, se vedono un’immagine porno perdono direttamente la verginità” o che “con un bacio si rimane incinte” e infine che “ho sempre creduto che le immagini pornoerotiche facessero allungare le mestruazioni alle donne in età avanzata evvvvvai con la produzione ormonale!

Ma la faccenda è seria e la commentatrice mi pone problemi di morale, etica e quant’altro sta nel repertorio delle persone che tutelano le “bambine”. A prescindere dal fatto che non vedo come i figli possano accedere alla pornografia se vivono in una situazione protetta, comunque ho scritto che a tutte le ore i figli e le figlie devono guardare manifesti pubblicitari e programmi tv in cui, nell’ordine, si insegna loro a: essere ottime mogli, grandi madri, perfette nella riproduzione e nella cura, ottime componenti di famiglie etero, fantastici guerrieri e soldati in difesa della patria o della ricchezza dei potenti, perfetti tutori che manterranno l’ordine costituito reprimendo e censurando il dissenso e potrei continuare. Pornografia per me sono programmi in cui si trattano sessualità e corpi in maniera morbosa, con tanto di prete, psichiatra, patriarchi e matriarche che commentano in tv. Quindi non penso che il problema per i figli siano esattamente le immagini sessualmente esplicite. Trovo che disinformazione e moralismo facciano più danno di un corpo nudo che se non descritto come fosse fonte di chissà quali demoniache caratteristiche, sarebbe solo un corpo e la sessualità sarebbe soltanto sessualità. Perciò, in sintesi, il punto è che se alcune immagini non mi piacciono comunque non ho voglia di censurarle. Semmai le sovverto e le contamino anche dei miei contenuti.

In quanto ai figli io spero sempre che a scuola si faccia educazione sessuale, che servirebbe a prevenire gravidanze indesiderate e contagio di malattie sessualmente trasmissibili, perché la cosa grave è che se non informi come si deve tua figlia (o tuo figlio) ti ritrovi questi adolescenti che dovranno affrontare scelte molto complicate. Poi non vorrei si tornasse ai tempi in cui perfino i libri di anatomia venivano censurati dove si parlava di corpi e organi sessuali, perché quella modalità non mi sembra abbia prodotto un’epoca felice. Ritengo tra l’altro che portare avanti una linea censoria mettendo assieme protezione dei bambini e tutela della dignità delle donne sia segno inequivocabile di questi tempi. I tempi in cui la tutela della donna è diventato tema di interesse di chi già prima la colpevolizzava facendo riferimento a una degenerazione dei costumi.

Voglio dire che trovo estremamente frequente oramai il fatto che la questione della tutela della donna, del corpo delle donne, siano declinati da chi, in senso tutt’altro che laico e libertario, si occupava di bambini. Le stesse che passavano il tempo a chiedere censure di programmi tv e immagini perché farebbero male ai figlioli ora usano il tema della dignità della donna per censurare tutto il censurabile. Ma quella cosa lì non è femminismo. E’ moralismo. Lo è sempre stato e non sarà di certo la bandiera di una fraintesa lotta in nome delle donne a trasformarlo in quello che non è.

Le femministe invece, per fortuna, sono questo, in larga parte. Sporche. Nude. Blasfeme. Antiautoritarie. E no, non sommergono i figli di pornografia. Di certo però non li mandano presso bigotti a farsi spiegare che se si toccano diventano ciechi e commettono peccato mortale.

Buona serata!

Ps: A proposito di corpi, nudi, sessualità eccetera, a commento si diceva anche che la libertà “sfrenata” va frenata. Io penso che non esista una libertà “sfrenata” e una libertà “frenata”. Esiste la libertà e basta. E con ‘sta storia della tutela del corpo delle donne sono sicura, ormai, che si è trovata la scusa buona per moralizzare il mondo e fare passare le cacce alle streghe per opere di bene. Il punto è che sempre cacce alle streghe sono, con tanto di sessuofobia che emerge sempre più. Mala Tempora Currunt. Ma proprio Mala.

—>>>Leggi anche di MiniRaccontiCinici le migliori leggende metropolitane sulle mestruazioni! 🙂

3 pensieri riguardo “Se guardi immagini di nudo arriva il menarca precoce…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.