Antiautoritarismo, Autodeterminazione, R-Esistenze

Lettera alla lista Tsipras dal Comitato per i Diritti Civili delle prostitute

MDG: Prostitutes and members of the Union of Sex Workers demonstrate in ParisContinuando a chiedere lumi sul programma di quella lista ecco alcune precise domande fatte dal Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute. Buona lettura!

>>>^^^<<<

OGGETTO: Richiesta chiarimenti sulla posizione che la lista Tsipras intende prendere rispetto all’industria del sesso e alla tutela dei diritti di chi esercita sex work o lavoro sessuale e alla proposta del Comitato del Parlamento Europeo per i Diritti della Donna e la Parità di Genere (FEMM) di criminalizzare i clienti delle sex workers.

In considerazione di quanto affermato e rivendicato dal Comitato Internazionale per i diritti dei lavoratori dell’industria del sesso in Europa (International Committee on the Rights of Sex Workers in Europe – ICSRE)[1] e da altre realtà che li sostengono;

Alla luce della dichiarazione di intenti della lista Tsipras, promossa da movimenti e personalità della società civile, autonoma dagli apparati partitici, che potrà essere sostenuta dal più grande insieme di realtà organizzate;

In riferimento alle sempre più pesanti posizioni prese dal del Parlamento Europeo e dalla Commissione per i Diritti della Donna e la Parità di Genere (FEMM) e relative iniziative politiche volte a criminalizzare i clienti delle sex workers[2];

si chiede

di rendere nota la posizione politica che la lista Tsipras e le/i candidati intendono prendere rispetto alla realtà dell’industria del sesso libera e autodeterminata, riconoscendo che il sex work è cosa diversa dalla tratta  contrasto degli esseri umani nel sex work ma non solo li.

Più precisamente, si chiede alla lista Tsipras di dichiarare se intende rispettare e rappresentare nel parlamento europeo le istanze dei lavoratori e delle lavoratrici dell’industria del sesso ovvero se intenda rinnegare o adottare la politica della criminalizzazione dei clienti e delle sex workers portata avanti dal Comitato del Parlamento Europeo per i Diritti della Donna e la Parità di Genere (FEMM).

In Europa, a partire dalla Svezia (primo Paese europeo ad aver adottato la strategia della criminalizzazione del cliente) di recente in Francia,  più subdolamente, in Italia e in Spagna, i poteri al governo hanno adottato la politica della criminalizzazione di una (il cliente) o di entrambe le parti del sex work, mostrandosi ostili e totalmente sordi a quanto rivendicato dai movimenti di categoria direttamente interessati, e agendo in maniera antidemocratica, oscurantista e paternalistica nonchè repressiva e persecutoria.

Nonostante gli inesistenti risultati prodotti dalla suddetta strategia, eccezion fatta per quelli controproducenti di aumento della vulnerabilità, invisibilità e ricattabilità dei lavoratori e lavoratrici del sesso, risultati pertanto paragonabili ad una forma di favoreggiamento più che di contrasto alla tratta e allo sfruttamento dei/delle sex workers[3], in Europa sembra avanzare pericolasamente e inesorabilmente questa linea politica.

Si chiede, quindi, alla lista Tsipras, che si pone come promotrice di una piattaforma di sinistra alternativa e di rottura, di dichiarare ufficialmente se intende o meno rappresentare le istanze ufficiali dei lavoratori dell’industria del sesso, per consentire a questi elettori ed elettrici al prossimo voto europeo una scelta consapevole.

Cordialmente,

Comitato per i diritti Civili delle Prostitute Onlus

Coordinatrice Pia Covre

[1] http://www.lucciole.org/content/view/822/3/

[2] http://www.europarl.europa.eu/news/en/news-room/content/20140123IPR33504/html/Punish-sex-buyers-to-reduce-prostitution-EP-committee-says

[3] http://www.uknswp.org/wp-content/uploads/UKNSWP_Scotland_consultation_response_dec_2012.pdf

Leggi anche:

Tutti i post, le traduzioni, le news sul sex working a partire dalla tag Sex Workers

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.