'SteFike, Antisessismo, Comunicazione, Satira

I media e la sfilata primavera-estate al giuramento delle ministre

I media online abbondano di questi dettagli dei quali non ce ne può fregare di meno. Alcune di queste donne non sappiamo neppure chi siano e quale sia il loro curriculum, le loro idee, proposte, posizioni politiche. Sono comunque spogliate di competenze, se ne hanno. In compenso i media ci informano di tutto quello che riguarda il loro look. Diciamo che il reality, già in programmazione da diverso tempo, arrivato al momento clou con lo scontro tra i duettanti/duellanti mediatici Renzi e Grillo, adesso è nella fase in cui dopo il casting abbiamo l’ingresso dei e delle partecipanti nella grande casa del Graaaande Fratello. Dunque ecco che inizia lo show. Mai come in questo momento la vita parlamentare è diventata fonte di tanta audience anche per i media che ci danno dentro con i dettagli. Gli stessi fotografi rappresentano il loro scoop se riescono a beccare la gente coinvolta in situazioni o pose che possano interessare il grande pubblico. Ed ecco cosa secondo i media interesserebbe noi.

Abbiamo, il look delle ministre, e grande attenzione viene conferita soprattutto alle ministre Madia e Boschi:

passerella

Ci sono le ballerine della Madia:

madia

Le scarpe della Boschi:

boschi

Il culo della Boschi:

boschi2

La Boschi in effetti è stata inquadrata in mille pose differenti, dentro e fuori le stanze istituzionali:

boschi4

Poi abbiamo il valore aggiunto al governo. La ministra madre. Pare vada in maternità tra un mese. Questa cosa ha meritato un servizio fotografico a parte.

pancione

Abbiamo anche la first lady (in grigio). Non siamo negli Stati Uniti ma qui è come se lo fossimo. Perciò ecco la famiglia del premier, con i figli “tricolore” (giuro che è scritto proprio così, per via dell’abbigliamento):

agnesegrigio

ifiglitricolore

Ora si che siamo convint* che questo governo sarà una figata, no?

In definitiva, le donne vengono fotografate in quanto donne, mamme. Se ne fotografano i corpi, innanzitutto. Gli uomini in quanto uomini, in giacca e cravatta, senza che sia necessario valutarne l’appeal o che sia necessario definirli in termini di riduzionismo biologico. E’ una maniera sessista di rappresentare queste donne e lo fanno gli stessi media che poi danno dei sessisti a quelli del M5S.

In generale: questa è la rappresentazione di un target politico preciso. Le belle donne, giovani, fertili, la maternità, la famiglia, i figli “tricolore” a celebrare la patria.

Se poi aggiungiamo che alcun* ministr* hanno una opinione decisamente conservatrice su famiglia, aborto, diritti lgbt, abbiamo chiarito il resto. No?

Ps: dato che sui maschi non ci si è soffermati sul taglio di capelli, la scarpa, il pancione, o cose del genere, avanzo una richiesta. Mi piacerebbe vedere, in particolare, la scarpa di Franceschini, il taglio di Alfano e se possibile il culo di Delrio. Grazie! 

Leggi anche (a proposito ancora dell’uso e della partecipazione delle donne a legittimazione di questo governo):

Otto donne al governo? Si, beh, e allora?

6 pensieri riguardo “I media e la sfilata primavera-estate al giuramento delle ministre”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.