Affetti Liberi, Antiautoritarismo, Autodeterminazione, R-Esistenze, Recensioni

La Zoccola Etica, il poliamore Vs cultura del possesso

EastonZoccolaNell’epoca in cui è più semplice trovare narrazioni sull’amore declinato all’insegna del moralismo e della cultura del possesso in libreria puoi, forse, prendere fiato e curiosare tra le righe del saggio/manuale La Zoccola Etica di Dossie Easton e Janet Hardy. E’ un libro del ’97 sul poliamore consensuale e consapevole ora tradotto e pubblicato in Italia da Odoya. In basso trovate un brano reperito in rete e quel che vi segnalo è la trasmissione Queer Laundry di Radio Kairos (Bologna) in cui si chiacchiera con la traduttrice del testo Giorgia Morselli e Jade,  entrambe redattrici della e-zine rifacciamolamore.it che si occupa di forme di relazione e di sessualità non convenzionali, di modelli e ruoli di genere, di famiglia e di affettività. QUI l’audio da ascoltare.

Chi è la “zoccola etica”? Stando alle parole delle autrici, «una persona di qualsivoglia genere che abbia il coraggio di condurre la propria vita in accordo con la proposizione radicale che il sesso è bello e il piacere fa bene», sempre però in maniera aperta, onesta e sincera.

Buon ascolto e buona lettura!

>>>^^^<<<

La zoccola etica – “crediamo che il sesso e l’amore sessuale siano forze fondamentali del bene”

La zoccola etica

Avere amore, sesso e amicizie a profusione è il sogno di molte persone. Alcune ritengono che una vita così sia impossibile, finendo per accontentarsi con meno di quel che vogliono, sentendosi sempre un po’ sole, lievemente frustrate. Altre provano a realizzare questo sogno ma, ostacolate da pressioni sociali esterne o dalle loro stesse emozioni, decidono che questi sogni devono restare nel regno della fantasia. Eppure alcune persistono, e scoprono che essere apertamente amorevoli, intime, sessuali con più persone non solo è possibile, ma può essere più appagante di quanto non avessero mai osato immaginare.

[…]

Ma chi è, dunque, una zoccola etica? Noi. Oh, molte, molte altre persone lo sono, forse anche tu. Se sogni la libertà, se sogni un’intimità calda e profonda, se sogni abbondanza di amici e flirt e affetti, se sogni di seguire i tuoi desideri e vedere dove ti conducono, be’ allora hai già fatto il primo passo.

[…]

Nel mondo, la parola “zoccola” è per lo più considerata estremamente offensiva, è usata per descrivere una donna la cua sessualità è vorace, indiscriminata e svergognata. È interessante notare come la sua analoga maschile, “stallone”, usata per descrivere un uomo potentemente sessuale, esprima spesso approvazione e invidia. Se si chiede un’opinione sulla moralità di un uomo, proabilmente ci si sentirà rispondere qualcosa a proposito della sua onestà, lealtà, integrità e dei suoi alti principi. Se lo si chiede di una donna, è più probabile che ci si senta dire con chi fa sesso e in che circostanza. E questo, per noi, è un problema.

Siamo quindi orgogliose di rivendicare la parola “zoccola” come termine positivo, persino come vezzeggiativo. Per noi, una zoccola è una persona di qualsiasi genere che celebra la sessualità secondo l’asserto radicale per cui il sesso è bello e il piacere fa bene. Una zoccola può scegliere di fare sesso solitario o di farsi tutto il corpo degli alpini. Le zoccole possono essere eterosessuali, omosessuali, bisessuali, militanti radicali o pacifici inquilini di condomini residenziali.

In quanto zoccole orgogliose, crediamo che il sesso e l’amore sessuale siano forze fondamentali del bene, attività con il potenziale di rafforzare i legami intimi, migliorare le nostre vite, dischiudere una consapevolezza spirituale e persino cambiare il mondo. Crediamo inoltre che ogni relazione sessuale consensuale abbia questi potenziali e che qualsiasi percorso erotico, scelto consapevolmente e perseguito con cura e attenzione, possa essere una forza creatrice positiva nelle vite degli individui e dei gruppi di cui fanno parte.

Le zoccole condividono la propria sessualità allo stesso modo in cui i filantropi condividono il proprio denaro: perché ne hanno molto da dare, perché le rende felici darlo, perché darla fa del mondo un posto migliore. Le zoccole scoprono spesso che più amore e sesso danno, più ne ricevono: è un miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci in cui avidità e generosità vanno a braccetto distribuendo di più a tutt_. Immaginate di vivere in un mondo con sessualità a profusione!

da The Ethical Slut, di Dossie Easton e Janet W. Hardy.

Leggi anche:

#CoralHerrera: origini dell’amore romantico e la proposta queer

#OccupyLove: per una rivoluzione degli affetti – di Brigitte Vasallo

2 pensieri riguardo “La Zoccola Etica, il poliamore Vs cultura del possesso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.