Antiautoritarismo, Antifascismo, R-Esistenze

#OccupyGezi #ResIstanbul: Taksim e Gezi Park R-Esiste!

Aggiornamenti da Istanbul (qui alcune scene video dell’attacco) dove la Polizia attacca e arresta rappresentanti di movimento, medici, avvocati, persone resistenti a tutto tondo. Cercando di impedire a tanta gente di arrivare a Piazza Taksim per aiutare gli/le occupanti di Gezi Park con disinformazione in sottofondo in cui si dice che sono i manifestanti che attaccherebbero la Polizia. Solito copione, che conosciamo bene, come per Genova G8 2001. Ecco la cronaca delle ultime ore:

La Polizia è entrata in gran numero a Piazza Taksim per sgomberare l’occupazione. Lacrimogeni e idranti in quantità. I manifestanti sono rimasti in piazza urlando “Taksim è ovunque, la resistenza è ovunque” e “Questo è solo l’inizio, la lotta continua”.

Un ragazzo fermo in piedi di fronte ad un blindato di polizia è stato colpito con uno scudo. Nel frattempo a Taksim continua il lancio di lacrimogeni lanciati sulla gente. I manifestanti li respingono indietro. L’urlo comune da Gezi Park è “Fuori la polizia!”.

Ancora lancio di lacrimogeni ovunque e gli idranti montati sui blindati che continuano a lanciare getti d’acqua pressurizzata. A Tarlabaşı un blindato è in fiamme. Un altro cerca di spegnere l’incendio che è in corso sul primo.

11hazirantaksim

La polizia blocca i bus pubblici e lancia lacrimogeni verso Harbiye dal lato Şişli di Gezi Park; i manifestanti respingono i candelotti.

Mentre continuano gli scontri in piazza Taksim, i manifestanti tengono Gezi Park. Centinaia di persone marciano al grido di “Uniti contro il fascismo”, verso Taksim da Tarlabaşı. La polizia cerca di arrestare le persone intorno all’ufficio centrale dell’SDP. TAksim Solidarity forma una catena umana nella piazza a protezione dell’uscita della metro. La catena umana formata da “Taksim Dayanismasi” (“Taksim Solidarity“) ha fermato l’avanzata del blindato.

tumblr_mo8347fyf51ste7qoo1_1280La Polizia continua a lanciare gas lacrimogeni a Gezi Park. Chi resiste li respinge indietro urlando “Governo dimettiti!”. Gli scontri si fanno più pesanti in direzione di Harbiye. Nel frattempo il sindaco di Istanbul Hüseyin Avni Mutlu tiene una conferenza stampa. Il Sindaco dichiara: “la nostra polizia sta fronteggiando correttamente gruppi marginali di rivoltosi che la attaccano.

La barricata di Gezi Park è stata data alle fiamme. Ci sono molti feriti in piazza Taksim e nelle immediate vicinanze, causati dall’azione delle forze dell’ordine. Centinaia di persone formano una catena umana che si dirige verso la polizia. La polizia arretra fino al monumento ad Ataturk. La catena umana diventa più numerosa ma si spezza. I manifestanti cantano “Taksim è nostra, Taksim è nostra”.

Inizia un sit-in in piazza Taksim di fronte ai TOMA (blindati) e ai cordoni di polizia.

tumblr_mo835pBaL01ste7qoo1_1280Egitim-Sen, sindacato degli educatori, chiama uno sciopero per le 12.30 (ora di Istanbul). Chiedono alle persone di convergere su Taksim. Proseguono gli attacchi della polizia nell’ufficio del SPD. Attaccano con lacrimogeni e proiettili di gomma. Taksim Dayanismasi (Taksim Solidarity) legge un comunicato stampa alle ore 13.00 (ora di Istanbul). Alp Altinörs, membro del Consiglio Esecutivo del Congresso democratico del Popolo è rimasto ferito durante una carica di polizia. E’ stato trasportato d’urgenza in ospedale.

Un gruppo di rappresentanti di Taksim Dayanismasi (Taksim Solidarity) ha raggiunto gli uffici regionali dell’SPD in segno di solidarietà con le persone attaccate. Un membro dell’SPD è stato arrestato mentre la delegazione negoziava con la polizia. Un nuovo attacco di polizia ha portato all’arresto di un membro del BDSP che faceva parte della delegazione di Taksim Solidarity. Un poliziotto in borghese è stato riconosciuto dai manifestanti ed è stato allontanato dalla piazza. Ci sono centinaia di persone che aspettano vicino a Gezi Park di fronte all’hotel Hill.

Secondo quanto riportato dal giornale Radikal, una persona di nome Enver Kose è stata ferita dalla polizia e sarebbe ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Sisli Etfal.

sdpLa polizia entra nell’ufficio regionale dell’SPD a Tarlabasi, usando gas lacrimogeni. Molti membri dell’SPD vengono arrestati e picchiati violentemente.

Secondo le informazioni arrivate dall’interno dell’ufficio dell’SPD alcune persone sono state picchiate ed arrestate dalla polizia.

Gli attacchi della polizia in tenuta antisommossa continuano di fronte all’ufficio dell’SPD, proseguono anche gli arresti. Ci sono membri di Taksim Solidarity, Human Rights Union e della Istanbul Medical Chamber di fronte all’edificio dell’SPD. I membri di Medical Chamber vogliono aiutare i feriti all’interno ma l’ingresso è impedito da agenti di polizia.

taksimtoma

La folla ha formato un corridoio in piazza Taksim e la polizia ha dovuto indietreggiare verso il centro culturale Ataturk. Poi, la polizia, ricomincia ad attaccare. Nel frattempo dopo le operazioni dei reparti speciali, 41 persone sono state arrestate all’interno dell’edificio dell’SPD. Molti di loro sono feriti.

I legali protestano contro gli assalti della polizia in piazza Taksim di fronte alla Corte Çağlayan. “La polizia fuori” è l’urlo che si sente all’interno della corte di giustizia. Il Primo Ministro Erdogan suggerisce possibili nuovi attacchi nel corso della conferenza stampa dichiarando: “Gezi Park, come dice il nome, è un parco. Non è un’area di occupazione”.

siraselviler

Le forze speciali di sicurezza stanno cercando di spingere gli avvocati nelle aule. Nel palazzo di Giustizia Çağlayan gli avvocati sono stati attaccati con lacrimogeni e arrestati. Ai membri dell’SPD, detenuti con l’accusa di terrorismo, è stato concesso di incontrare i propri avvocati. Le 41 persone arrestate sono state portate alla stazione di polizia. Le forse speciali di sicurezza stano ribaltando l’interno dell’edificio dell’SPD.

In piazza Taksim, nel frattempo, circa 1000 persone stanno marciando di fronte ai TOMA (Blindati).

La polizia aspetta di fronte alla barricata costruita dai manifestanti in Siraselviler. Cercano di impedire alla folla di spostarsi verso piazza Taksim per raggiungere gli altri sotto attacco di lacrimogeni e idranti.

Una folla di persone sta convergendo verso piazza Taksim in anticipo rispetto all’appuntamento dato da Taksim Solidarity alle 13.00.

Un annuncio inquietante all’interno del palazzo di giustizia Çaglayan: “I cittadini che non hanno nulla a che fare con gli eventi, si allontanino o verranno arrestati”. La polizia obbliga due avvocati in una stanza. Loro ed i colleghi stanno cercando di lasciare la stanza.

tumblr_mo85qlt3VL1ste7qoo1_1280tumblr_mo85ofYgeD1ste7qoo1_1280tumblr_mo85hgoteN1ste7qoo1_1280

Sale la tensione in piazza Taksim, i manifestanti iniziano a prendere bandiere e striscioni che erano stati rimossi questa mattina presto dalla polizia dal monumento per Ataturk.

Taksim solidarity invita tutti a portare con sè acqua alla manifestazione di questo pomeriggio alle 13:00 (per i lacrimogeni). La polizia cerca di rimuovere le barricate in Gümüşsuyu. Si ritira da Istiklal Avenue e da piazza Taksim. Prende nuovamente posizione davanti al centro culturale Ataturk.

Molte persone affluiscono verso piazza Taksim. Di nuovo la polizia avanza verso il monumento ad Ataturk in piazza Taksim. I manifestanti sono fermi in piedi di fronte ai TOMA (blindati).

Di nuovo lancia lacrimogeni. Le persone le raccolgono e le respingono. L’attacco della Polizia continua e i manifestanti resistono. Taksim Solidarity indice una manifestazione per le 19:00 in Gezi Park con lo slogan “Taksim e’ tua, Istanbul e’ tua”.

tumblr_mo85xuql4e1ste7qoo1_1280tumblr_mo85iht2Ii1ste7qoo1_1280

La polizia attacca ancora piazza Taksim con gas lacrimogeni, idranti e proiettili di gomma. Riesce ad avanzare fino al monumento di Atatürk cercando di disperdere la folla con gas lacrimogeno e cannoni ad acqua. Ancora fumo, polvere, e blindati della polizia lanciati contro le persone in marcia sul Istiklal Avenue.

Vengono trasportate alcune persone ferite dalla polizia in e attorno piazza Taksim verso l’infermeria in Gezi Park. I dottori volontari stanno aspettando ulteriori aiuti. La polizia attacca i manifestanti di Gezi Park, che erano stati definiti come “manifestanti pacifici” dal sindaco di Istanbul, con gas lacrimogeni e idranti.

La polizia e’ entrata dentro Gezi Park. Continuano le cariche di avanzamento. Migliaia di persone in Gezi Park gridano slogan contro la polizia (“Via la polizia!”).

BMeUw4UCIAAiGG6.jpg-large

I manifestanti di Gezi Park non fanno avanzare la polzia. Stanno cantando slogan contro la polizia ovunque ne incontrino. La polizia e’ costretta alla ritirata per la reazione della gente e sta aspettando all’ingresso. I manifestanti stanno camminando in direzione della polizia. Gli avvocati arrestati al palazzo di giustizia di Çağlayan vengono trasferiti alla centrale di polizia di Vatan. Ci sono migliaia di poliziotti davanti all’ingresso del parco Gezi e gruppi di persone stanno convergendo a frotte. Le persone stanno spingendo la polizia fuori dal parco Gezi urlando slogans.

Nonostante la polizia si sia ritirata dal parco, gli occupanti di Gezi Park manifestano cautela a causa dell’annuncio precedente della polizia che intimava ai manifestanti di andarsene.

I Dimostranti stanno erigendo una barricata sul lato di Talimhane. La polizia sta chiedendo alla gente sulle scale di Gezi Park di andarsene da li’. Servono dottori, infermieri e medicine nell’infermeria messa in piedi in Gezi Park per curare le persone ferite durante gli scontri con la polizia. L’account twitter di “Devrimci Muslumanlar” (Revolutionary Muslims) segnala la distruzione della moschea tirata su dai manifestanti dentro Gezi Park. L’associazione BAR (associazione di legali) ha lasciato Ankara diretta ad Istanbul per fornire supporto ai legali fermati. La polizia attacca ferocemente Harbiye e i dintorni. Gezi park risente di questi attacchi. Candelotti lacrimogeni lanciati contro i manifestanti a Gezi Park vengono rispediti al mittente. La polizia lancia due flash bomb nella tenda Halkevleri in Gezi Park. Un ferito. Secondo la ÇHD (Associazione degli avvocati progressisti) gli avvocati fermati sarebbero 73.

Il presidente dell’associazione di avvocati BAR ha incontrato il procuratore generale all’interno del palazzo di giustizia Çağlayan. C’erano più di un centinaio di legali in attesa. La polizia continua ad attaccare dappertutto. L’associazione Çarsi (supportatori del Besiktas, squadra di calcio) fanno appello a tutti di riunirsi in Piazza Taksim alle ore 19:00. Il deputato Aylin Nazliaka ha parlato in assemblea generale (TBMM): “Il premier si e’ sporcato le mani di sangue. Uguale quanto continui a lavarsi le mani, questo sangue non lo togliera’ piu'”. [Istanbul] Gürsel Tekin, il vicepresidente del CHP (Partito Repubblicano Popolare) e Sezgin Tanrikulu insieme a venti parlamentari passeranno la notte al Parco Gezi. Tutti i mezzi pubblici, traghetti inclusi, sono bloccati. Le barricate intorno a Parco Gezi vengono ancora protette dai protestati. la polizia cerca di rimuovere le barricate costruite nelle strade laterali a Piazza Taksim. Vengono lanciati gas lacrimogeni all’interno di Piazza Taksim. Tuttavia, la folla resiste. La polizia sta attaccando le persone radunate nei pressi del monumento ad Atatürk con getti d’acqua ad alta pressione. All’entrata di Gezi Park dal lato dell’Hotel Divan, si è formata una catena umana per proteggere e mettere al sicuro coloro che sono stati feriti dall’attacco della polizia.

Centinaia di persone hanno superato le barricate della polizia che è stata costretta a ritirarsi dal lato di Talimhane. La polizia è stata costretta ad abbandonare la barricata presso l’entrata principale a Piazza Taksim. Migliaia di persone affluiscono da Dolapdere in direzione di Piazza Taksim mentre molti altri si radunano nelle strade adiacenti. Migliaia di persone in Via Istiklal si stanno muovendo verso Piazza Taksim. Le forze di polizia si stanno ritirando da Piazza Taksim. Striscioni e bandiere sono stati rimessi al loro posto. Migliaia di persone si sono radunate a Piazza Taksim prima della manifestazione che si terrà alle 19:00. La folla supera le barricate fatte dalla polizia presso Harbiye District e inizia ad avanzare in direzione di Piazza Taksim.

Dopo l’ora di punta, i manifestanti stanno convergendo verso Piazza Taksim con delle maschere; la zona e’ gremita. I manifestanti hanno preso possesso di un camion gru da cantiere nel quartiere di Dolapdere. Con centinaia di persone a bordo, il veicolo sta avanzando verso Piazza Taksim. Il camion dei manifestanti ha raggiunto Piazza Taksim. Il “camion della resistenza” ha raggiunto la piazza della resistenza. Ci sono 9 TOMA e 2 Scorpion (automezzi blindati) e circa 500 poliziotti in fronte all’AKM (Centro culturale Atatürk). Decine di migliaia di persone, riunite in Piazza Taksim, stanno gridando a Tayyip di andarsene (“Tayyip istifa”). La manifestazione è iniziata in via Saray. Eylem Mansuroğlu, presidente dell’Halkevi (un’organizzazione di sinistra) ad Hatay, sta tenendo un discorso. Migliaia di persone stanno convergendo su piazza Taksim, proveniendo dalle numerose strade secondarie che la circondano. Il corteo con concentramento in Piazza Cumhuriyet è partito. I funzionari di polizia hanno dichiarato che non permetteranno cortei con bandiere di partiti. Oltre a Piazza Taksim, anche Gezi Park è stracolmo di gente. La folla canta “Fianco a fianco contro il fascismo!” davanti al TOMA.

—>>>Manifestazioni in tutta la Turchia convocata per oggi alle 19.00.

—>>>Manifestazioni anche in Italia in Solidarietà: [1]

Per ora è tutto. Ulteriori aggiornamenti QUI e QUI. Ascolta anche le corrispondenze audio di Radio Onda Rossa.

kadinlar-reyhanli-9-560x373

Leggi anche:

7 pensieri su “#OccupyGezi #ResIstanbul: Taksim e Gezi Park R-Esiste!”

  1. #OccupyGezi #ResIstanbul #Update: per assistere gli avvocati arrestati a Istanbul sono arrivati i legali da Ankara. La polizia ha tentato di prendere Piazza Taksim in tutti i modi. Hanno fatto barricate per impedire alle migliaia di persone che stavano arrivando per convergere tutte in aiuto agli occupanti del Gezi Park. Hanno tentato di abbattere le barriere che i manifestanti hanno creato per proteggersi. Parlamentari sono intervenuti dicendo che Erdogan si sta macchiando di sangue. Parecchi parlamentari, avvocati e tante persone dormiranno stanotte a Gezi Park assieme ai manifestanti. Attualmente la Polizia è dovuta arretrare e la gente, migliaia di persone che arrivano da ogni parte, è riuscita a superare le barriere della Polizia e stanno convergendo verso Piazza Taksim dove alle 19.00 c’è appuntamento per manifestazione congiunta in tutta la Nazione.

  2. #OccupyGezi #ResIstanbul #Update: La gente continua a convergere su Piazza Taksim. Alcuni arrivano sopra una gru e molti altri arrivano con una maschera (maybe quella di anonymous?). Sindacati e movimenti sono arrivati e la polizia vorrebbe impedire che il corteo procedesse con bandiere e striscioni. La gente grida “Spalla a spalla contro il fascismo!”. Ad Ankara un grosso numero di avvocati sta manifestando contro aggressione e arresti degli avvocati a Istanbul. In molte altre città stanno partendo i cortei tentando di respingere le provocazioni e di non retrocedere di fronte alle pressioni della polizia.

  3. #OccupyGezi #ResIstanbul #Update: La polizia ha ricominciato con una violenta carica con lacrimogeni respingendo indietro i manifestanti che si sono rifugiati nelle zone laterali della Piazza. Gli occupanti di Gezi Park resistono. I lacrimogeni vengono lanciati ovunque. La polizia vuole snidare e attacca i gruppi di persone rifugiate ai lati. Lacrimogeni vengono lanciati in direzione di una televisione che sta trasmettendo la diretta (per impedire le riprese?).

  4. #OccupyGezi #ResIstanbul #Update: A Gezi Park, dopo gli attacchi della Polizia,servono urgentemente dottori, infermieri, barelle, acqua, Talcid, maschere antigas, medicine antiasma. Ci sono almeno 100 bus di polizia pronti ad entrare in azione. Un blindato (Toma) è arrivato a Piazza Taksim. La gente tira pietre per difendersi. Il Toma spara getti d’acqua ad alta pressione. Le persone colpite resistono e si rifiutano di indietreggiare. La polizia spara lacrimogeni e granate stordenti sulla folla che ancora non si disperde. Un tredicenne è stato colpito alla testa da una granata di gas lacrimogeno. Dopo aver riempito di gas la piazza la polizia sta gasando anche la via vicina. La gente che sta nelle infermerie improvvisate ha molti problemi a respirare. La polizia riesce a entrare a Gezi Park e attacca i manifestanti con il gas. Viene lanciato appello che chi cerca rifugio può andare al TMMOB (Turkish Engineers and Architects Union) Indirizzo: Katip Mustafa Çelebi district,İpek Street-Beyoğlu. 10.000 manifestanti resistono vicino il Divan Hotel nonostante le cariche. Secondo il giornale Radikal, il resoconto dei feriti dalle 19:30 fino al secondo più grande attacco contro le proteste a Gezi Park -che è iniziato alle 20:15- è il seguente: 21 persone hanno riportato un trauma cranico, 11 persone hanno riportato fratture, 7 persone hanno avuto attacchi d’asma, 1 persona ha avuto un attacco epilettico, 460 persone riportano malori per sovraesposizione ai gas lacrimogeni, 81 persone sono ferite in altro modo o hanno un trauma a causa dei colpi delle granate lacrimogene e delle pallottole di gomma, 10 persone riportano ferita da bruciature, 7 persone riportano ferite da taglio. Come risultato del continuo lancio di granate in Gezi Parkı, molte tende hanno preso fuoco. Le 10.000 persone nel quartiere di Gazi hanno bloccato il traffico e hanno iniziato il proprio corteo. la polizia continua ad attaccare. In molte altre città ci sono manifestazioni, cariche e azioni di resistenza.

  5. Il Collettivo Femminista Socialista ha annunciato che rimarrà aperto fino al mattino per ospitare persone che hanno bisogno di rifugio. Indirizzo: Katip Çelebi District Tel Street No: 20/3 – Beyoğlu

  6. #OccupyGezi #ResIstanbul #Update: Mentre il sindaco di #Istanbul dichiara la legge marziale: “Richiamate i vostri bambini a casa, o si faranno male”. I cittadini di Istanbul ignorano le minacce del governatore. La polizia continua ad attaccare per evitare il concentramento nella piazza. Molta rabbia in altre città turche per gli attacchi violenti contro i manifestanti di Istanbul. Continuano però gli attacchi a Gezi Park con i gas lacrimogeni. la gente si rifugia nell’Hotel Divian. Altri manifestanti costruiscono barricate davanti Gezi Park per difendersi. Secondo le notizie riportate da Muhalefet.org, un membro dei giovani dell’opposizione è stato colpito in un occhio da un lacrimogeno. La polizia ha attaccato anche il corteo ad Ankara, Adana e altre città. Moltissime persone (decine di migliaia) nel quartiere gazi a Istanbul ha bloccato il traffico in entrambe le direzioni. La polizia ha distrutto le tende del BDP, del Collettivo Socialista Femminista, TMMOB, HDK e Hava İş a Gezi Park. A Kartal, i manifestanti hanno bloccato il traffico sull’autostrada E-5. Le persone ferite attorno piazza Taksim vengono curate dai dottori in Gezi Park. I “Dottori del Popolo” stanno compiendo il loro dovere. La Camera dei Medici appella al governo: “Ritirate la polizia, fermate i lacrimogeni, date una possibilità alla democrazia”. Parlamentari del CHP, tra di loro anche Sezgin Tanrıkulu e Gürsel Tekin, sono andati al Parco Gezi. Le persone di Gazi che avevano bloccato il traffico sul’autostrada E-5 stanno convergendo verso Piazza Taksim, il centro della resistenza. Altra gente riunitasi in altre zone tenta di convergere su Piazza Taksim.

  7. #OccupyGezi #ResIstanbul #Update: Continuano le retate della Polizia attorno a Gezi Park. La polizia attacca pesantemente i manifestanti che si radunano in prossimità di Piazza Taksim. Il comitato esecutivo Centrale del Partito del Popolo Republicano ha una riunione straordinaria alle 01.00 di notte. I manifestanti nella zona intorno a Taksim scrivono per emergenze il loro gruppo sanguigno sul braccio. Ovunque la gente protesta per le violenze della Polizia in Piazza Taksim. A notte fonda ci sono ancora persone che si stanno recando a Gezi Park. La polizia continua a lanciare lacrimogeni. E’ stato creato un corridoio umanitario per casi di emergenza. In questo modo chi ne ha bisogno puo’ facilmente fruirne. Anche ad Ankara la gente viene attaccata da lacrimogeni e idranti. La polizia sta attaccando a Istanbul da 17 ore attorno ed in Piazza Taksim. I manifestanti stanno resistendo contro il fascismo da 17 ore. Sono state sparate bombe assordanti vicino a Gezi Park. Il governatore di Instanbul e’ arrivato a Taksim. Il governatore Vali Mutlu dice: “Non ci saranno attacchi a Gezi Park” ma nessuno gli crede. Durante gli attacchi ad Ankara la polizia a attaccato anche persone della stampa. Un altro punto della città di Istanbul è sotto un pesante attacco di lacrimogeni. La gente del posto protesta contro gli attacchi con applausi e fischi dalle loro case. Servono dottori in Gezi Park. Con l’aumentare del numero dei feriti non ci sono abbastanza medici per prendersi cura dei pazienti. Secondo soL Haber, il palazzo del TKP in İstiklal Avenue viene al momento usato come infermeria. Ancora lanci di lacrimogeni tra le tende di Gezi Park. I manifestanti continuano a resistere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.