Antifascismo, Antirazzismo, R-Esistenze

Samb Modou e Diop Mor: vittime di una cultura d’odio

Io mi ricordo. Ché alla fine sembra che si tratti di un matto come un altro ma chi fa una strage di persone sulla base dell’etnia, il sesso, il genere, l’identità politica… non è mai un pazzo. Non posso crederci alla versione del folle automotivato cui nessuno abbia prestato il fianco, politicamente isolato, che non ha trovato sponda o suggestione o istigazione presso terzi.

Non credo ad una sola parola quando si maschera l’odio di follia, perché c’è una responsabilità politica precisa ed è di chi sdogana fascismi e razzismi senza comprenderne le conseguenze, o anzi comprendendole e sapendo che innescare il meccanismo della paura sia un utilissimo mezzo di controllo.

Riguardo a me, ho piena memoria delle campagne di aggressione allo straniero per la salvaguardia delle “nostre” donne. Le ronde e le marce dell’estrema destra che nascondevano violenze italiche per usare un tema che viene già usato in ogni direzione.

Quando la politica perde di vista l’umanità e diventa solo demonizzazione del tuo avversario, quando indichi l’un@ per colpirne cento, quando investi tante energie per raccontare una realtà delirante in cui l’ipotesi sulla quale investi è l’eliminazione fisica di chi non è come te, quando compi ronde e insisti ad indicare un@ nemic@ affinché un possibile cecchino, volontario, possa abbatterl@, quel cecchino poi non è un pazzo ma solo la conseguenza di tutte le tue deresponsabilizzanti azioni.

Bisogna disinnescare in generale, per non creare ulteriori mondi d’odio e per non far si che oggi sia capitato a loro e domani ad altri/e. Basta culture d’odio. Basta così.

Un anno fa morivano Samb Modou e Diop Mor per mano di un fascista “del terzo millennio”. Uccisi. Perché senegalesi. Oggi a Firenze alle ore 17.00 presidio in Piazza Dalmazia. Ore 18.00 partenza corteo antifascista. [Leggi]

Annunci

Un pensiero riguardo “Samb Modou e Diop Mor: vittime di una cultura d’odio”

  1. seguo con interesse questo blog e vorrei fare una riflessione …
    Naturalmente diamo per scontato che ,qualsiasi violenza debba essere combattuta ,sia essa di genere ,razziale ecc ecc ,ma dev’essere combattuta a 360 gradi …
    Quello che voglio dire che questi due uomini ,anzi due persone sono state uccise perchè di colore …per le persone di colore si sono instaurate anche le ronde padane (erano per la sicurezza ,ma sappiamo bene a cosa combattevano ) .non mi sembra poi molto diverso dalla Terragni che voleva organizzare anch’essa le ronde con il titolo simbolico “farsi giustizia da sole” ..girovagando per la rete poi ,ho trovato paura e rabbia verso gli uomini “Quando vedo un uomo ,porto la mano al cellulare ,scrive qualcuna” che non è poi molto diverso da mia madre che ,quando avevo 24-25 anni mi raccomandava di entrare presto la sera perchè se no trovano il marocchino che mi ammazzava .credo che la violenza sulle donne che va combattuta tale e quale a quella sugli uomini , stia andando verso questa direzione su un razzismo di genere ,su una fobia e paura del diverso da noi ,(in questo caso di genere) ,mi sembra una strada molto pericolosa ….grazie per l’attenzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.